Fallimento Parma, chieste condanne per Ghirardi e Leonardi

Il pm chiede sei anni di carcere per ò’ex presidente e per l’ex amministratore delegato del club emiliano, dichiarato fallito nel 2015

di Redazione ITASportPress

Cinque anni dopo il crack Parma, arrivano le prime richieste di condanna.

Il processo seguito al fallimento della società emiliana, dichiarato dal Tribunale il 13 marzo del 2015 al termine di una serie di passaggi di proprietà che non riuscirono ad evitare il peggio, ha prodotto richieste pesanti, formulate dal pubblico ministero Paola Dal Monte.

Le più dure riguardano l’ex presidente Tommaso Ghirardi e l’ex amministratore delegato, Pietro Leonardi, per i quali sono stati chiesti sei anni di reclusione.

A fine luglio la sentenza di primo grado

Pene minori, dai 4 anni e 6 mesi a 1 anno e 10 mesi, sono state inoltre richieste per gli altri 13 imputati, amministratori e sindaci in carica negli anni, che hanno deciso di avvalersi del rito abbreviato.

La sentenza di primo grado del Tribunale di Parma, è attesa entro la fine del mese di Luglio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy