ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Le decisioni

Figc, indice di liquidità allo 0,5. Professionismo femminile è realtà da luglio

(Getty Images)

Oggi le decisioni adottate dal Consiglio federale

Redazione ITASportPress

Si è svolta a partire dalle ore 12 di oggi la riunione del Consiglio Federale. Tra gli argomenti all’ordine del giorno, trattati i seguenti punti: informativa del segretario generale; elezioni di cui all’art.25, comma 1, dello Statuto Federale e dell’art.5 delle N.O.I.F.; approvazione dello Statuto della Lega Nazionale Professionisti Serie A; licenze nazionali stagione sportiva 2022/2023; modifiche regolamentari (modifica N.O.I.F. professionismo femminile, regolamento agenti, proposta LND modifica art. 58/1 NOIF, proposta AIC modifica art. 136/1 CGS); nomine di competenza (Commissione Antidoping organico rappresentanti atleti, integrazione Corte Sportiva d’Appello, integrazione Organi di Giustizia Territoriale, integrazione Collaboratori Procura Federale, Commissione Agenti); ratifica delle delibere di urgenza del Presidente Federale. Di importante c'è che è passata la modifica voluta dalla Figc per ottenere le licenze nazionali vincolandole al famoso indice di liquidità: è stato fissato dunque a 0,5 con due correttivi che riguardano il patrimonio e al parametro ricavi/costo del lavoro allargato. La Lega Serie A come preventivabile ha votato contro, dopo aver proposto lo 0,4 con dei correttivi, la Lega di B si è astenuta.

CALCIO FEMMINILE - Altra tematica importante il professionismo femminile, proposta ratificata dal Consiglio Federale che diventerà attivo dal primo luglio. Per quanto riguarda l'ipotesi portata avanti dal senatore Nannicini, che prevede il mantenimento dei vantaggi fiscali del decreto crescita solo per gli ingaggi superiori a due milioni, il presidente Gravina ha detto: "Io ho una posizione più estremista, sono per la soppressione totale del decreto stesso", ovviamente nel calcio.

 (Getty Images)