‘Football Leaks’, Ramos positivo all’antidoping dopo la finale Champions 2017 contro la Juventus. Il Real Madrid: “Nessuna violazione”

‘Football Leaks’, Ramos positivo all’antidoping dopo la finale Champions 2017 contro la Juventus. Il Real Madrid: “Nessuna violazione”

Il capitano del Real Madrid avrebbe assunto un farmaco antinfiammatorio informandone l’Uefa

di Redazione ITASportPress
Sergio Ramos

Proseguono inarrestabili le rivelazioni clamorose divulgate da ‘Football Leaks’, con la sponda del quotidiano tedesco Der Spiegel che le rende note. Questa volta nel mirino sarebbe finito Sergio Ramos, che avrebbe violato per due volte le norme dell’antidoping.

Secondo quanto rivelato, il capitano del Real Madrid è risultato positivo al dexametasona, un potente antinfiammatorio della famiglia degli steroidei. La prima sarebbe stata nientemeno che dopo la finale di Champions League del 2017 giocatasi a Cardiff e vinta per 4-1 dai ‘Blancos’ sulla Juventus, mentre la seconda nell’aprile 2018 prima della partita di campionato contro il Malaga: in quest’ultimo caso, Ramos avrebbe fatto la doccia prima di sottoporsi al controllo antidoping, cosa vietata dal regolamento.

Prima della gara contro i bianconeri, tuttavia, la Uefa sarebbe stata informata del trattamento da parte del medico del Real Madrid, che giustificò l’assunzione del farmaco per curare il ginocchio e il di Ramos alla vigilia della partita.

LA RISPOSTA DEL CLUB – Tramite un comunicato ufficiale, il club Blancos ha detto la sua sul caso e ha commentato le rivelazioni in 3 punti: “1. Sergio Ramos non ha violato le norme antidoping. 2. La Uefa ha chiesto informazioni puntuali e ha chiuso immediatamente il caso, come è normale in queste situazioni, dopo la verifica dei propri esperti antidoping e di quelli della Wada. 3. Sul resto dei contenuti delle rivelazioni il club non si pronuncia vista la carenza di sostanza delle informazioni”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy