Gabbiadini: “La doppietta al Manchester United di Mourinho è stata incredibile. Riguardo ancora i gol sullo smartphone…”

Gabbiadini: “La doppietta al Manchester United di Mourinho è stata incredibile. Riguardo ancora i gol sullo smartphone…”

L’attaccante della Sampdoria ricorda il recente passato in Premier League

di Redazione ITASportPress

Manolo Gabbiadini, attaccante della Sampdoria, è stato protagonista di una lunga intervista rilasciata ai microfoni del Bimestrale Calcio2000 che uscirà in edicola questo mese. Dalle prime indiscrezioni, alcune dichiarazioni piuttosto curiose relative al presente e al recente passato del calciatore.

Tornato in Italia dopo l’esperienza biennale al Southampton, il classe ’91 ha parlato delle sue scelte nella carriera e di alcuni momenti che sono per lui indimenticabili.

INIZIO – “Forse ho iniziato a capire che potevo fare il calciatore professionista dopo il prestito al Cittadella e il rientro all’Atalanta in A”, ha detto Gabbiadini. “La chiamata della Sampdoria è stato un altro momento importante. Arrivavo in una squadra in cui c’erano giocatori di qualità ed esperienza come Obiang, Palombo, Gastaldello e tanti altri. Sono stato accolto benissimo…sono stati sei mesi eccezionali, in cui ho giocato tanto e segnato diversi gol”. E sugli allenatori, da Mihjalovic a Benitez: “Un grandissimo allenatore. Nonostante avesse vinto tanti trofei e allenato giocatori pazzeschi, trattava tutti allo stesso modo. Ti faceva sentire importante, davvero un grandissimo gestore di persone”, ha detto l’attaccante sull’attuale tecnico del Dalian Yifang che lo ha allenato ai tempi del Napoli.

RICORDI – Una delle ultime esperienze diGabbiadini, però, è stata l’avventura in Premier League con la maglia del Southampton: “È stata una scelta di vita. Mi sono trasferito con la mia famiglia. Nuovo calcio, nuova città, nuova cultura. È stato un altro passo importante nella mia carriera. Mi ha formato tantissimo l’esperienza in terra inglese. Arrivare e, dopo un mese, giocare una finale, a Wembley, contro lo United di Mourinho è stato incredibile. Ho fatto anche doppietta, peccato non averla vinta. Ma è stato bellissimo. I due gol, ogni tanto, me li rivedo sullo smartphone”.

PRESENTE – Poi la chiamata ancora della Sampdoria: “Significa che qualcosa di buono l’ho fatto, se no non mi avrebbero cercato ancora. È stato bello tornare, conoscevo già l’ambiente, la
città. Non ho avuto dubbi a scegliere, nuovamente, la Sampdoria”, ha concluso Gabbiadini che adesso spera di essere protagonista nell’attacco blucerchiato sotto la guida di Eusebio Di Francesco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy