Genoa, Andreazzoli si presenta: “Idee chiare e motivazioni altissime. Vogliamo riportare l’entusiasmo…”

Genoa, Andreazzoli si presenta: “Idee chiare e motivazioni altissime. Vogliamo riportare l’entusiasmo…”

Prime parole per il nuovo tecnico del Grifone

di Redazione ITASportPress
Andreazzoli

Conferenza stampa di presentazione per il nuovo allenatore del Genoa Aurelio Andreazzoli. Dopo la retrocessione con l’Empoli, il tecnico ha deciso di cambiare e accettare le lusinghe del Grifone. Alle 12, il neo mister rossoblù ha parlato alla stampa in compagnia dell’amministratore delegato del Club Alessandro Zarbano. Ecco le sue parole:

GIOIA – “Sono veramente contento di essere qua. Ringrazio il presidente e l’amministratore delegato per avermi scelto e corteggiato. Chiaro che sono felicissimo di poter allenare una squadra dalla storia incredibile come il Genoa. Ma anche perché ho la possibilità di partecipare all’emozione che significa essere ‘genoano'”, ha iniziato Andreazzoli.

PASSATO – “Come ho reagito dopo la retrocessione arrivata a San Siro? Il modo con cui è arrivata è stato diverso. Abbiamo ricevuto l’applauso del pubblico e dei nostri tifosi. Abbiamo lasciato la Serie A con dignità”.

GENOA – “Per me è un ritorno, dopo quasi mezzo secolo. Ho avuto la fortuna di poter rivivere quelle sensazioni. Sono davvero soddisfatto che la società mi abbia dato la possibilità di tornare qui e riavere le sensazioni che avevo a 17 anni”. “Cosa fare per non ripetere gli errori della passata stagione? Io non voglio guardare indietro. So dove voglio arrivare, la società ugualmente. Preziosi e il mercato? Sappiamo cosa vogliamo. Siamo consapevoli del lavoro che ci aspetta. Abbiamo le idee chiare e motivazioni altissime“. “Cosa mi ha convinto a scegliere il Genoa? Il grande interesse mostrato nei miei confronti e poi la storia del club che non ha bisogno di altro”.

IDEE – “Quali sono le mie idee di calcio? Il compito di un allenatore è quello di far fare alla squadra il massimo. Esprimere le sue potenzialità. L’obiettivo deve essere quello di rendere la squadra consapevole di tutte le situazioni che si possono creare nel campo. Poi affinare i dettagli e le situazioni per rendere la squadra una vera squadra. Per fare questo, serve un pochino di tempo. Il sistema va dietro le caratteristiche dei giocatori”. “Cosa chiederò ai ragazzi? Prima della tattica, dei sistemi e dei moduli chiederò serietà. Non solo dei giocatori, ma di tutto l’ambiente. Se l’ambiente tira tutto verso la stessa direzione, la squadra farà bene anche sul campo e riusciremo a riportare l’entusiasmo a Pegli e sugli spalti”.

CALCIO FEMMINILE – “Sono più che soddisfatto dei risultati che il calcio femminile sta ottenendo. Auguro a tutto il movimento di ottenere ciò che merita. Stanno dimostrando quanto lavoro serio hanno fatto. Quanto entusiasmo hanno creato”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy