ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

IL COMMENTO

Gentile: “Italia al Mondiale e Juventus dimentichi lo scudetto”

Claudio Gentile (getty images)

Parla l'ex storico campione del mondo con l'Italia

Redazione ITASportPress

Claudio Gentile, storico ex campione del mondo, ha parlato a Radio 1 nel corso di Radio Anch'Io Sport per affrontare diversi temi legati all'attualità calcistica italiana e non solo, tra campionato e Nazionale.

SERIE A - "Un anno senza e il Napoli ha onorato l'anniversario? Sì, lo ha fatto nel modo migliore. Ha dato a Maradona tutto l'amore che Napoli prova per lui. Il Napoli sta andando bene e qualche grande inizia ad avere qualche problema e passo falso. Parlo del Milan, ma non solo ma fa parte di una stagione", ha detto Gentile. "Differenze di rosa tra Inter, Milan e Napoli? A livello di rosa mi sembrano più o meno uguali. Stanno meritando di essere dove sono. Il Napoli sta vivendo un momento molto positivo che fa bene a tutto l'ambiente ma il campionato è ancora lungo. Penso ci saranno dei cambiamenti anche lì in alto".

PARALLELO - "Rischia di più l'Italia di non andare al Mondiale o la Juventus di non andare in Champions? (ride ndr). Mi auguro che ce la facciano entrambi, da italiano e da juventino. Penso che entrambe le squadre riusciranno a raggiungere i loro obiettivi".

MARADONA - "Io l'ho conosciuto ragazzo, ma era già adulto. Era uno che aveva sulle spalle un'esperienza da persona già grande. Ho un buon ricordo di lui. Come giocatore credo sia stato un campione. Nell'86 ha vinto praticamente da solo il Mondiale con l'Argentina. Nell'82 forse non era ancora maturo e non gli è andata bene. Non vedo nessuno che lo abbia fino ad oggi superato come calciatore".

CASO PLUSVALENZE - "Se questa vicenda può influire sul campionato e sulla testa dei giocatori della Juventus? Qualcosa si può anche portare in campo. Ma qui sta alla bravura di Allegri riportare compattezza al gruppo. La situazione calcistica non è positiva ed è quella che conta. Deve dimenticare l'obiettivo scudetto, ma pensare ai posti Champions".

NAZIONALE - "Dal 2006 c'è una maledizione per l'Italia al Mondiale? Abbiamo saltato 2 Mondiali e non ci penso proprio che non si arrivi a questo. Bisogna prepararlo bene. Sarà contro il Portogallo la finale. Ci sono dei segnali molto forti riguardo al nostro calcio che non è più quello di una volta. L'Italia è sempre stata presente nei Mondiali e ultimamente questo non avviene più. Questo non va bene". "Ripeto, spero che Mancini riesca a portarci al Mondiale. Non voglio pensare ad altro". Un passaggio sull'under21: "La mia ultima gioia è stata quella di dare 6 giocatori al Mondiale 2006, dove si vinse. Due anni prima avevamo vinto l'Europeo e la medaglia olimpica. Il lavoro del CT dell'Under sia quello di far crescere i giovani per la nazionale maggiore. Ci vuole pazienza".

 Gentile (getty images)

Gentile (getty images)

tutte le notizie di