Giorgiev: “Nemmeno Hitler o Stalin saprebbero gestire il calcio bulgaro”

Le parole dell’ex stella bulgara

di Redazione ITASportPress

Il calcio bulgaro sta vivendo un momento particolarmente delicato e il futuro non sembra particolarmente roseo. L’ex stella Georgi Dimitrov Georgiev ha spiegato cosa non funziona in questo momento. Ecco le sue parole riprese da TMW: “Non lasciamoci ingannare dal fatto che chi verrà eletto cambierà tutto radicalmente. In questo paese manca una base, un modello di sviluppo e non riusciamo più a creare scuole calcio adeguate, ma vogliamo i risultati. Sapete quanti anni non si parla più del calcio giovanile in maniera seria ? Perché esaltiamo ed eleviamo troppo presto alcuni giocatori che poi si perdono? Per tornare a sfornare talenti serve tempo, lavoro e una politica mirata e chiara. Ma non sono sicuro che si lavorerà in questo senso. Credo che se in questo momento Hitler o Stalin, due dittatori, fossero eletti alla presidenza della BFU non sarebbero capaci di far fronte ai bisogni del nostro calcio e avrebbero difficoltà a gestire tutto quello che c’è da gestire”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy