Graziani: “Sarri? Io al suo posto mi sarei già dimesso”

Graziani: “Sarri? Io al suo posto mi sarei già dimesso”

L’ex attaccante, ora opinionista tv, dice la propria sul futuro del Napoli

di Redazione ITASportPress
Graziani

Intervenuto ai microfoni di Radio Marte, Francesco Graziani ha commentato l’annata del Napoli, che ha chiuso al secondo posto alle spalle della Juventus pur avendo fissato grazie alla vittoria sulla Sampdoria il nuovo record di punti della propria storia. Il tutto solo 20 giorni dopo il colpaccio in casa dei bianconeri che aveva ridotto ad un solo punto il divario in classifica dalla squadra di Allegri. Poi è successo quello che è successo.

E ora? Secondo il campione del mondo 1982 un ciclo potrebbe essersi concluso, vista la possibile partenza di Sarri. Graziani prende posizione anche sulle critiche rivolte all’allenatore da De Laurentiis: “Bisognerebbe fare un applauso lungo un chilometro al Napoli, per il gioco espresso la squadra avrebbe meritato lo scudetto – ha detto l’ex di Torino, Roma, Fiorentina e Udinese – La Juventus però diventa cannibale nelle difficoltà, anche se ha avuto un pizzico di fortuna. Sarebbe un peccato perdere Sarri, perché magari rinforzando questa squadra potrebbe diventare ancora più forte, ma se fossi stato in lui mi sarei dimesso già prima della gara con il Torino, dopo le accuse ricevute da De Laurentiis”.

Graziani non sembra credere alla voce secondo cui Carlo Ancelotti, ex compagno alla Roma, possa diventare il nuovo tecnico del Napoli: “Carlo guadagna nove milioni, non ci viene al Napoli, così come non viene Conte. Penso a Giampaolo o al massimo Gasperini, ma senza Sarri temo che Napoli possa ridimensionarsi”.

Sarri e lo scudetto “perso in albergo”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy