Orrico: “Il Napoli di questa stagione più Higuain avrebbe vinto il campionato”

“Doppio confronto Napoli-Juventus? Chi segna per primo è favorito. Sarà banale ma è così. Se la Juve riuscirà a sbloccarla allora per il Napoli sarà difficile, perché i bianconeri quasi mai si fanno rimontare e difendono benissimo”

di Redazione ITASportPress

A Napoli non si parla d’altro. Cresce l’attesa per il doppio confronto tra la squadra partenopea e la Juventus. Il primo match, quello di campionato, si giocherà domenica 2 aprile, mentre il ritorno della semifinale di Coppa Italia il 5 aprile. Il quotidiano ‘Il Mattino’ ha intervistato Corrado Orrico, ex allenatore di Udinese, Inter, Avellino ed Empoli; ecco quanto dichiarato: “Sarri è più ideologico, Allegri più “plastico”. L’allenatore del Napoli è più caratterizzante, conferisce più identità alle proprie squadre. Sviluppa un calcio geometrico, con uomini raccolti in pochi metri sia in fase difensiva che offensiva, chiede ai suoi di recuperare subito palla quando si perde il possesso e di ricompattarsi. Obiettivamente il Napoli appagala vista degli appassionati di calcio, offre un gioco piacevole, fatto di passaggi a due tocchi, di densità, di smarcamento. È molto bello da vedersi. Ad un uomo di campo non può che appagare più il calcio di Sarri, ammiro il lavoro di Maurizio. Tuttavia apprezzo molto anche Allegri. Si basa sulle sortite dei suoi fuoriclasse ed anche io al suo posto, con questa Juve, farei lo stesso. Mentalmente ma anche tecnicamente non si potrebbe fare altrimenti. Ha la migliore difesa della A e da questo parte per impostare e vincere le partite”.

HIGUAIN “Con il calcio di Sarri si può vincere. Avrei voluto vedere il Napoli di Sarri di quest’anno più Higuain, ovvero una squadra rinforzata coni 4-5 elementi arrivati in questa stagione tra difesa e centrocampo più un grande attaccante come l’argentino, o un suo pari. In questo modo avrebbe vinto il campionato”.

DOPPIO CONFRONTO “Chi segna per primo. Sarà banale ma è così. Se la Juve riuscirà a sbloccarla allora per il Napoli sarà difficile, perché i bianconeri quasi mai si fanno rimontare e difendono benissimo. Lo stesso dicasi per il Napoli: se segna per primo potrà esprimere con maggiore scioltezza il proprio calcio. Sono partite difficili da decifrare, di certo perla Juve sarà molto dura al San Paolo, il Napoli si esalta dinanzi al proprio pubblico”.

L’intervista completa in edicola con “Il Mattino”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy