Il ritorno in Serie A delle “Streghe”: Benevento matematicamente promosso

Il ritorno in Serie A delle “Streghe”: Benevento matematicamente promosso

Il Benevento torna in Serie A dopo due stagioni, adesso i campani iniziano a programmare il prossimo campionato in cui non vorranno affatto sfigurare

di Redazione ITASportPress
Benevento

Il Benevento torna in Serie A. Dopo due stagioni passate in serie cadetta, i campani riescono a centrare la promozione guidati da Pippo Inzaghi, riuscendo a coniugare un ottimo ordine tattico con un gioco incredibilmente efficace.

LA PARTITA DELLA PROMOZIONE

Benevento Juve Stabia (getty images)

Benevento-Juve Stabia è stata la partita che ha decretato la promozione della squadra di Inzaghi. La squadra che ha avuto la prima occasione del match è stata la Juve Stabia al 10′ con Canotto, che dopo una bella percussione in solitaria da sinistra ha tentato col destro da limite area, ma Montipò si è opposto. Il Benevento risponde sei minuti dopo con Del Pinto, che provo a ribattere in porta il pallone dopo una serie di rimpalli, ma viene contrastato da dietro e cade a terra: grandi proteste dei Sanniti, ma per l’arbitro è soltanto calcio d’angolo. Proteste che si faranno ancora più accese al 23′, quando il Benevento resta in 10 uomini per l’espulsione di Caldirola, dopo delle parole rivolte nei confronti del direttore di gara. Il vantaggio per il Benevento arriva al 71′ con Marco Sau, che riceve un pallone in profondità da destra, entra in area e salta il portiere, insaccando a porta vuota.

IL RISCATTO DI INZAGHI

Benevento Pippo Inzaghi Serie B
Filippo Inzaghi (Getty Images)

Per Pippo Inzaghi questa a Benevento rispecchia una vera e propria rivincita. Dopo aver convinto a Venezia prima in Serie C e poi in Serie B, super Pippo non aveva superato l’esame della Serie A sulla panchina del Bologna, lasciando perplessi molti addetti ai lavori. L’ex giocatore del Milan ha sorpreso amalgamando benissimo una squadra ben costruita in ogni reparto, con uomini che potrebbero giocare tranquillamente in Serie A.

UN’OSSATURA DA SERIE A

Maggio
Serie B Maggio Benevento (getty images)

Gran parte della grandissima stagione delle “Streghe” è merito di un’ossatura di squadra che c’entra ben poco con la Serie B. In difesa è stata preziosissima l’esperienza e la qualità portata avanti da Christian Maggio, ex terzino di Napoli e Sampdoria, che con la fascia di capitano al braccio più volte ha trascinato la squadra verso la vittoria. Chi è riuscito a dare una sterzata decisiva alle partite degli uomini di Inzaghi è indubbiamente Nicolas Viola, che quest’anno ha incantato tifosi e addetti ai lavori con 9 gol e 6 assist in 27 presenze, riuscendo a trascinare la squadra con la sua tecnica e le sue giocate. Ultimo, ma non per importanza, Marco Sau ha dato al reparto offensivo dei campani quel tocco di qualità in più che serve ad una squadra che lotta per i vertici del campionato cadetto: le sue 8 reti e 5 assist in 22 gare testimoniano l’importante apporto dato dal giocatore sardo alla causa del Benevento.

IL RECORD DI JUVENTUS E PALERMO

Una volta conquistata la Serie A, il Benevento potrebbe non aver ancora finito di stupire. Infatti la squadra campana ha messo nel mirino dei record che appartengono ad altri due club che hanno vinto la serie cadetta dominandola dall’inizio alla fine: la Juventus e il Palermo. I bianconeri nel corso della stagione 2006/07 sono stati in grado di raccogliere in 94 punti in 42 partite, malgrado ufficialmente ne risultino “soltanto” 85 punti a causa della penalizzazione inflitta, mentre i rosanero hanno raccolto 86 punti in 42 partite. Il record sul campo della Juventus e quello “ufficiale” del Palermo sono adesso presi di mira del Benevento, che matematicamente può raggiungere e superare pienamente entrambi i punteggi, entrando ancor di più nella storia.

LA 31 GIORNATA

Obi (getty images)

La 31° giornata ha dato vita a risultati molto importanti sugli altri campi. Il Chievo Verona batte per 2-0 il Frosinone di Nesta, che viene superato dal Pordonone che vince per 1-0 contro l’Entella. Si avvincina alla promozione diretta il Cittadella, grazie al 2-0 contro il Perugia, che vede avvicinarsi il Venezia a soli 2 punti dai perugini, dopo la vittoria dei lagunari per 2-0 contro il Livorno. Importante vittoria del Trapani contro il Cosenza per 2-1, che avvicina i siciliani alla zona playoff, adesso distante soltanto 1 punto.

Salernitana-Cromonese 3-3: 6′ Celar (C), 67′ Celar (C), 73′ Dzickez (S), 79′ Di Tacchio (S), 86′ Zortea (C), 90’+6 Di Tacchio (S)

Ascoli-Crotone 1-1: ’60 Barberi (C), 78′ Trotta (A)

Benevento-Juve Stabia 1-0: 71′ Marco Sau (B)

Chievo-Frosinone 2-0: 54′ Obi (C), 56′ Vignato (C)

Cittadella-Perugia 2-0: 40′ Diaw (C), 55′ Diaw (C)

Cosenza-Trapani 2-2: 20′ Taugordeau (T), 37′ Dalmonte (T), 40′ Baez (C), 92’+2 Asencio (C)

Livorno-Venezia 0-2: 19′ Longo (V), 22′ Capello (V)

Pescara-Empoli 1-1: 65′ Ciciretti (E), 76′ Maniero (P)

Pordenone-Entella 2-0: 52′ Mazzocco (P), 90’+1 Barison (P)

Spezia-Pisa 1-2: 26′ Gyasi (S), 38′ Marconi (P), 86′ Marconi (P)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy