ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

FRAINTENDIMENTO

Insigne nella bufera per un videomessaggio: cosa è successo

Napoli Insigne (getty images)

Polemiche per il capitano del Napoli per un messaggio ad un fan

Redazione ITASportPress

Lorenzo Insigne torna a far parlare di sè. Questa volta non per il mercato o per il campo, ma per un videomessaggio mandato ad un fan del Napoli.

Il capitano dei partenopei, che a giugno dirà addio passando in MLS al Toronto, è stato fermato da un gruppo di tifosi che, prima di chiedergli un selfie, ha avuto una particolare richiesta: un videomessaggio per un amico. Un filmato che inizialmente sarebbe dovuto essere privato ma che nel giro di poche ore è diventato virale su Twitter e Tik Tok. "Ciao Checco, ti sono vicino. Mi raccomando, ti auguro una presta libertà. Forza Napoli, ciao". Parole, quelle di Insigne, che hanno scatenato, come spiega Fanpage, anche l'ira dell'Unione dei Sindacati di Polizia Penitenziaria in quanto la frase "presta libertà" si augura ai detenuti delle carceri.

Le dichiarazioni del numero 24 del Napoli hanno fatto pensare ad un messaggio per un carcerato ma la polemica è stata poi chiusa, con tanto di sdegno, dall'agente del calciatore: "Lorenzo aveva trascorso con la moglie e alcuni amici un paio di giorni a Roma – ha contestualizzato Vincenzo Pisacane a Repubblica – Alla stazione ha incontrato alcuni ragazzi che stavano andando a Roma e lo hanno riconosciuto. Così gli hanno prima chiesto di scattare una foto insieme, poi di mandare gli auguri al fratello di uno di loro, costretto in casa da diversi giorni perché positivo al Covid".

Insomma, si è trattato solo di un fraintendimento...

 Insigne (Getty Images)
tutte le notizie di