Inter, Rafinha: “Conquistato dal progetto. Il mio idolo? Adriano”

Il centrocampista brasiliano arrivato dal Barcellona è stato presentato attraverso una diretta social

di Redazione ITASportPress

Il numero l’ha scelto, lo stesso con il quale ha vinto l’oro olimpico a Rio nel 2016. La voglia di scendere in campo è tanta, ma la condizione atletica non è ancora ottimale e allora è solo questo il motivo che tiene Rafinha fuori dalla formazione titolare dell’Inter.

Appena il brasiliano arrivato in prestito dal Barcellona darà garanzie, Spalletti gli darà le chiavi del centrocampo per provare a dimenticare il momento di appannamento della squadra.

Presentato ai tifosi attraverso una diretta social, Rafinha non sta nella pelle: “Il mister mi sta provando in mezzo, ma a Barcellona ho giocato in tutte le posizioni del centrocampo, anche da esterno. Sono pronto a scendere in campo in qualsiasi ruolo mi chieda Spalletti. Avevo tanta voglia di venire qui, per fortuna è andato tutto per il meglio, spero di restare qui a lungo. Dell’Inter mi ha convinto il progetto: è una squadra che gioca bene. E Spalletti è un allenatore completo e molto preparato, mi sta già insegnando molto Adesso sto bene e voglio giocare, non vedo l’ora di vivere il derby”.

Niente male come captatio benevolentiae e c’è pure un Cicerone molto particolare in rosa…: “Icardi è il primo con cui ho parlato. Abbiamo studiato e cominciato a giocare insieme. Sin da piccolo aveva grandissima classe, forse solo qualche tatuaggio in meno…”.

L’obiettivo è tornare in Champions e magari sfidare il Barcellona. All’insegna dell’amarcord…: “Sarebbe bello giocare l’anno prossimo contro il Barcellona. Io ero anche allo stadio quando l’Inter conquistò l’accesso alla finale. Mi impressionò”.

Come dargli torto, anche se a sorpresa l’idolo nerazzurro di Rafinha il Triplete non l’ha vinto…” Ronaldo è stato un giocatore fenomenale, ma Adriano l’ho visto dal vivo ed era straordinario”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy