Italia, Di Biagio: “Traghettatore? Voglio restare. Buffon c’è, Balotelli…”

Italia, Di Biagio: “Traghettatore? Voglio restare. Buffon c’è, Balotelli…”

Le dichiarazioni del commissario tecnico azzurro in conferenza stampa

di Redazione ITASportPress

Inizia lo stage dell’Italia e il commissario tecnico Luigi Di Biagio prende la parola in conferenza stampa da Coverciano, quartier generale degli azzurri; ecco quanto dichiarato dall’ex centrocampista: “Ho voglia di dimostrare qualcosa di buono per la squadra e per i ragazzi. Io c.t. ad interim? Chiamatemi come volete, non è l’appellativo la mia priorità. In cuor mio ho la voglia di mettere in difficoltà chi dovrà scegliere il prossimo c.t., ma adesso ho soltanto in mente il futuro del calcio italiano. Ci sarà un lavoro di concerto con Evani perché è cruciale fare squadra. Da otto anni sono in Federazione, conosco molto bene l’ambiente ed i ragazzi. Secondo me la Nazionale ha bisogno di una figura che sia tanto allenatore che selezionatore. Nei miei incarichi in Federazione ho convocato circa 150 giocatori. So quale è il mio ruolo, sono realista, ma ambizioso. Oggi non è importante l’allenatore della Nazionale, ma il rilancio del nostro calcio. Bisogna avere il coraggio di puntare sui giovani. Quello che ho sempre detto ai miei ragazzi è che quando si renderanno conto che giocare davanti ad 80.000 spettatori non influenzerà il loro stato d’animo potranno sentirsi pronti. Ho parlato con alcuni dei senatori perché volevo capire se avessero effettivamente la voglia di chiudere con la Nazionale. Ho parlato con Buffon, gli ho proposto di fare altre 2-3 partite e decidere perché un giocatore come lui non dovrebbe chiudere con una partita come quella contro la Svezia: penso che lo rivedremo in azzurro. Barzagli, invece, ha confermato di voler lasciare. Idem De Rossi, Chiellini invece sarà dei nostri. Balotelli? Lo seguo costantemente. Al momento delle convocazioni valuteremo se portarlo o no. Per adesso non abbiamo preso nessuna decisione. Siamo in difficoltà e non c’è molta scelta: dobbiamo, però, ricreare il giusto entusiasmo dopo la delusione Mondiale. Amichevoli? Meglio affrontare avversari forti come Argentina e Inghilterra, le motivazioni non mancheranno. Sono convinto che potremmo giocare un buon calcio anche contro di loro”.

Materazzi: “Di Biagio è da Nazionale, sa tutto”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy