Italia, tentativo a vuoto con Capello: Mancini verso il ruolo di c.t.

Italia, tentativo a vuoto con Capello: Mancini verso il ruolo di c.t.

Il tecnico dello Zenit atteso domenica a Roma per un confronto con Malagò

di Redazione ITASportPress

Manca ancora un mese e mezzo al 20 maggio, data fissata dal sub-commissario della FIGC Alessandro Costacurta per l’ufficializzazione del nome del futuro commissario tecnico della Nazionale. Rimasta senza Mondiale, l’Italia aspetta di ripartire con un progetto mirato all’Europeo 2020, senza dimenticare la nuova Nations League che prenderà il via dal prossimo settembre e allora in Federazione fervono i contatti per individuare il profilo giusto.

Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, Roberto Mancini sembra aver staccato la concorrenza in modo quasi definitivo: l’ex allenatore dell’Inter dovrebbe infatti partire per Roma già nella mattinata di domenica per incontrare il presidente del CONI Giovanni Malagò, sponsor principale di Mancini per l’approdo del tecnico jesino sulla panchina azzurra.

L’avventura del Mancio allo Zenit San Pietroburgo si concluderà a giugno dopo una sola stagione con le dimissioni del tecnico, prodromo del probabile nuovo incarico da ct: l’addio al club russo infatti si concretizzerebbe il 13 maggio, guarda a caso poco prima della scadenza fissata da Costacurta. Nelle ultime ore, peraltro, sarebbe stato tentato unapproccio anche con Fabio Capello, fresco di addio allo Jiangsu Suning, ma l’esperto tecnico bisiaco avrebbe ribadito quanto più volte detto in passato, ovvero di non essere interessato alla panchina della Nazionale.

L’alternativa a Mancini resta il ritorno di Antonio Conte, sul taccuino anche del PSG per il dopo-Emery, al pari di Max Allegri, che a propria volta potrebbe prendere il posto di Conte al Chelsea, sebbene il favorito per la panchina dei francesi sembri essere Thomas Tuchel. Sullo sfondo, per la Nazionale, la candidatura di Claudio Ranieri e la conferma di Gigi Di Biagio dopo le amichevoli contro Argentina e Inghilterra.

Mancini non sente il freddo a San Pietroburgo…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy