Juventus, l’ex Carrera consiglia Allegri: “Marchisio deve giocare come faceva con noi…”

L’allenatore dello Spartak Mosca, che ha lavorato in bianconero nello staff di Conte, è sicuro: “La Juve può vincere il settimo scudetto”

di Redazione ITASportPress

Smaltita, o quasi, la delusione per il 7-0 subito a Liverpool con il suo Spartak campione di Russia nell’ultima giornata della fase a gironi di Champions, Massimo Carrera è tornato in Italia per le Feste, complice la sosta del campionato russo.

Intervistato da Il Bianconero.com, l’ex difensore della Juventus, nonché ex vice allenatore nell’era Conte e pure tecnico “titolare”, almeno in panchina, tra agosto e ottobre 2012 durante la squalifica dell’attuale tecnico del Chelsea e del vice Alessio, è tornato sulla delusione di Anfield:

“In campionato siamo partiti male, ma poi ci siamo rimessi in carreggiata e adesso siamo secondi a pari punti con lo Zenit. In Champions abbiamo fatto un buon girone fino all’ultima, ad Anfield volevamo giocarci la partita ma non abbiamo capito che dovevamo dare il 300%. Dispiace essere entrati nella storia in maniera negativa, ci servirà da lezione”.

Ottimismo sulle chances della Juve di conquistare l’ennesimo scudetto: “Il campionato è combattuto perché il Napoli gioca bene e l’Inter ha nuovi stimoli che derivano dal nuovo tecnico, ma la Juventus ha le carte in regola per vincere il settimo titolo, ha una rosa competitiva su tutti e tre i fronti e soprattutto ha la mentalità vincente”.

A Carrera è poi stato chiesto un parere sulla situazione di Claudio Marchisio, che stenta a trovare una maglia da titolare anche dopo il passaggio al centrocampo a tre: “Claudio è una mezzala fortissima, può fare anche il regista, ma non è quella la sua vera forza. Dovrebbe giocare come lo faceva con noi, ha sempre sfruttato i suoi inserimenti. Non è facile smaltire un infortunio come quello, dovrà recuperare la condizione, ma sicuramente troverà spazio per i tanti impegni che ha la sua squadra. Lasciare la Juve? Non penso voglia andar via perché è nato juventino e gioca già in un top club, anzi nella squadra migliore che ci sia”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy