Juventus, Nedved: “Champions? Il settimo scudetto è il primo obiettivo, il Napoli è super”

Il vice presidente bianconero sogna il Triplete, ma mette in fila gli obiettivi della stagione

di Redazione ITASportPress

Pavel Nedved ha concesso una lunga intervista al portale ceco Lidové Noviny, ripresa in Italia da Tuttosport.

Il vice-presidente della Juventus ha parlato di tutto, confermando il marchio di fabbrica che lo ha caratterizzato da giocatore: la voglia di vincere: “So che per i tifosi il primo obiettivo è la Champions League, ma io vorrei vincere tutte e tre le competizioni. Anzi, dico che aggiudicarsi il settimo scudetto sarebbe ancora più bello perché quest’anno dobbiamo sfidare una squadra forte come il Napoli, ben costruita, con dei giocatori di carattere che inseguono un traguardo che manca da tanti anni. Vedere come si allenano i nostri giocatori che ne hanno già vinti sei è bellissimo: apprezzo come i ragazzi stanno portando avanti la stagione. Non è mai facile resettare ogni anno”.

Sarà, ma a Nedved questo riusciva bene: “La vita da calciatore non mi manca, anche se dispiace che sia passata così velocemente e a volte non resisto alla tentazione di rimettere gli scarpini. Ma ho tanto da fare come dirigente e ora sono contento così”.

Chissà che ne sarà invece del dopo-calcio di Buffon. Nedved glissa…: “Non so cosa farà Gigi, deciderà con il presidente. Posso solo dire che fa ancora partite straordinarie e sono orgoglioso difenda la porta della Juventus”.

Dove presto potrebbe arrivare qualche connazionale di Nedved. Ma guai a chiamarli eredi…: “Mi piacerebbe portare alla Juve un mio connazionale, sono molto attaccato alla mia patria e lo sanno tutti. Barak e Jankto dell’Udinese mi piacciono molto, ma sono diversi da me…”.

Chiusura sul momento del calcio italiano: “La mancata qualificazione al Mondiale è un colpo duro, sembra che il sistema non riesca più a produrre campioni. Le elezioni in Figc? Servono idee nuove, spero vinca Tommasi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy