Juventus, senti Bernardeschi: “Ora serve continuità. Con Pirlo grande rapporto. Sullo scudetto…”

Parla l’esterno bianconero

di Redazione ITASportPress

Lunga ed interessante intervista rilasciata da Federico Bernardeschi ai microfoni di Juventus Tv. Il calciatore bianconero e della Nazionale ha affrontato diversi temi legati all’attualità calcistica della Vecchia Signora e anche a livello personale.

Bernardeschi: continuità e obiettivi

Bernardeschi
Bernardeschi (getty images)

“La continuità è quello che ci permette di trovare fiducia e i meccanismi necessari per una grandissima stagione che sicuramente andremo a fare. Queste ultime due vittorie anche con qualche difficiltà ma con un bel gioco sono veramente importanti: qualificazione in Champions League e segnale al campionato. Ora serve continuità nel lavoro”, ha detto Bernardeschi.

“Pirlo? Con lui ho un bellissimo rapporto di sincerità e fiducia. Lui si è calato molto bene in questo ruolo, è stato un fuoriclasse abituato a gestire spogliatoi anche quando giocava e questo l’ha facilitato molto. Lo si vede nel rapporto con noi giocatori: è davvero un rapporto di gestione a 360 gradi. Ti parla molto e spiega molto le cose, ed è fondamentale in uno spogliatoio come quello della Juve”.

Infine sugli obiettivi: “Ogni stagione è una storia a sé e per questa ragione bisogna giocare sempre con tanto sacrificio, passione, umiltà e determinazione”, ha spiegato l’esterno della Juventus. “Queste sono le cose principali che ogni giocatore deve portar dentro, aiutando così la squadra, i compagni, lo staff tecnico e di conseguenza la società”. E ancora sul campionato: “Questo è più particolare. Un po’ come gli ultimi mesi dello scorso campionato, ci sono ritmi frenetici: ogni due giorni si gioca, chi h competizioni europee non si ferma mai, viaggia continuamente. Questo fa accumulare stanchezza e stress. Questo campionato va gestito in maniera molto particolare, a 360 gradi curando maggiormente tutti i dettagli che di solito si possono trascurare. In questo periodo invece va curato ogni minimo dettaglio, così secondo me puoi fare la differenza. Quest’anno ci sono tante squadre forti, ma lo scudetto ce l’abbiamo ancora noi sul petto, e lotteremo e combatteremo per averlo pure il prossimo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy