La ricetta di Stoichkov contro il coronavirus: “Acqua calda e mangio tanto aglio e cipolle…”

La ricetta di Stoichkov contro il coronavirus: “Acqua calda e mangio tanto aglio e cipolle…”

Il Pallone d’Oro 1994 affronta il Covid-19

di Redazione ITASportPress

“Acqua calda, aglio e cipolle”, questa la ricetta con cui Hristo Stoichkov affronta il coronavirus. Il Pallone d’Oro 1994 direttamente da Miami ha rilasciato una lunga intervista a Mundo Deportivo. Tema principale l’emergenza per il Covid-19 che sta fermando il mondo, compreso quello dello sport.

RICETTAStoichkov resta a casa e vive l’isolamento con la famiglia: “Come vivo la quarantena in casa? Beh, stare a casa ci consente di rimanere protetti. Ma soprattutto mangio molto aglio, cipolle e bevo acqua calda. Poi faccio lunghi bagni di acqua bollente per proteggermi da questo virus. Sono in casa con mia moglie Mariana e mia suocera che ha 80 anni. Lei è la persona di cui ci preoccupiamo maggiormente perché il coronavirus è pericoloso soprattutto per loro. Mia figlia vive nelle vicinanze e non vedo mio nipote da una settimana, non possiamo rischiare. È una malattia che si trasmette molto facilmente. Anche a Miami si vede come il discorso sia serio, ogni giorno di più. Prima le scuole, poi le spiagge. Le misure sono sempre più rigide. È una malattia molto complicata. Dobbiamo proteggere le persone anziane. Io sono un atleta nato, ho praticato sport per tutta la vita, sono sano ma in questo periodo mi prendo ancora più cura di me stesso per non infettarmi e infettare quelli che amo di più. Non dobbiamo spaventare le persone, ma dobbiamo educarle in modo che sappiano proteggere se stesse e le proprie persone care”.


0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy