La sentenza di Cassano: “La Juventus è come Bolt, il Napoli si è indebolito”

La sentenza di Cassano: “La Juventus è come Bolt, il Napoli si è indebolito”

L’attaccante barese fa le carte alla stagione alle porte

di Redazione ITASportPress

In attesa che si materializzi la famosa “occasione” per tornare a calcare i campi di calcio di vertice, nonostante i 36 anni compiuti e i due anni senza partite, Antonio Cassano continua il “tour da opinionista”.

I pensieri sempre taglienti dell’attaccante barese allettano la stampa, così questa volta a testare i pareri di FantAntonio in vista della stagione che sta per cominciare è stato Il Mattino. Tema, il duello tra Juventus e Napoli, che sta per ripresentarsi dopo aver tenuto vivo lo scorso campionato. Secondo Cassano, però, l’estate ha allargato il gap, perché il Napoli non si è rafforzato, perdendo anzi un leader tecnico e carismatico come Pepe Reina: “Ancelotti è uno dei migliori allenatori di sempre, ma ha vinto gestendo alla grande squadre molto forti. A Napoli è diverso, perché dovrà metterci del proprio e lottare contro squadre che, a differenza della sua, si sono rafforzate, come Inter, Lazio e Roma. E poi il Napoli ha perso un pilastro come Reina”.

Campo libero per la Juventus, quindi? “La Juve è una cosa a parte, è come Bolt – il curioso paragone di Cassano – Se va in pista e vuole vincere fa uno scatto e vince. Loro sono avanti di 3-4 anni rispetto a tutti, Napoli compreso. È una questione di programmazione, idee, scelte e anche fatturati”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy