Lazio, striscione-shock contro Milinkovic-Savic

Lazio, striscione-shock contro Milinkovic-Savic

Dopo il pareggio contro la Sampdoria è esplosa la rabbia dei tifosi biancocelesti

di Redazione ITASportPress

Il quarto pareggio consecutivo ha lasciato amaro in bocca e incredulità ai tifosi della Lazio e a Simone Inzaghi.

La partita contro la Sampdoria si era messa subito male, ma la reazione dei biancocelesti, almeno a livello emotivo, più che di gioco, era stata buona e accompagnata da un pizzico di fortuna, sotto forma della follia del difensore danese della Sampdoria Joachim Andersen, il cui braccio largo in barriera sulla punizione di Luis Alberto al 95′ aveva permesso a Immobile di firmare quello che sembrava poter essere il gol della vittoria scaccia-crisi, dopo una settimana di ritiro.

E invece la Lazio si è fatta male da sola, subendo il 2-2 al 99′ ad opera di Saponara, nonostante la squadra di Giampaolo fosse in dieci per l’espulsione di Bereszynski. I fischi dei tifosi si sono riversati sui giocatori all’uscita dall’Olimpico, ma purtroppo la rabbia del popolo biancoceleste è andata oltre..

All’esterno dello stadio, infatti, è stato esposto uno striscione diretto a Sergej Milinkovic-Savic, lontano parente del giocatore determinante della scorsa stagione, seppur parso in ripresa contro la Sampdoria.

“Milinkovic zingaro” l’inqualificabile contenuto dello striscione verso il serbo, respinto dalla Curva Nord al termine della gara insieme ai compagni e all’allenatore.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy