Lehmann e il coronavirus: “Tormentato da tosse e febbre. Pubblico allo stadio? Chi non rispetta le regole viene bandito…”

Lehmann e il coronavirus: “Tormentato da tosse e febbre. Pubblico allo stadio? Chi non rispetta le regole viene bandito…”

“Dopo due settimane sono guarito ma bisogna fare attenzione”

di Redazione ITASportPress

Aveva fatto discutere con alcune sue dichiarazioni in merito alla pandemia da Covid-19, adesso Jens Lehmann racconta alla Bild di aver contratto il coronavirus ma di esserne anche uscito. L’ex portiere dell’Arsenal ha voluto anche precisare alcune sue recenti parole in merito a delle proposte per far ripartire i campionati, comprese alcune norme di sicurezza di possibile attuazione all’interno degli stadi tedeschi.

VIRUS – “Coronavirus? L’ho contratto. A metà marzo sono stato tormentato da tosse e febbre lieve per un giorno e mezzo. Dopo due settimane di quarantena, sono stato dichiarato sano. La malattia è stata più facile dell’influenza. Ma le persone a rischio dovrebbero fare parecchia attenzione. Penso che uno stile di vita sano aiuti nella lotta contro questa malattia”, ha detto Lehmann.

REGOLE – Ma l’ex portiere ha tenuto a precisare anche alcune regole da rispettare per far ripartire il calcio tedesco: “Credo che se venga coperto un posto ogni quattro allo stadio, ci sia una distanza di sicurezza ragionevole. Chiunque violi la regola della distanza viene espulso ed è bandito dallo stadio”. Secondo Lehmann, questa, potrebbe essere una soluzione attuabile per rivedere presto il pubblico almeno in Bundesliga.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy