Libertadores, decisa la data di River-Boca: ma non la sede…

Ore bollenti dopo il rinvio del SuperClasico a causa degli incidenti al ‘Monumental’

di Redazione ITASportPress

Due giorni dopo il rinvio a data da destinarsi a causa dei gravi incidenti avvenuti all’interno e all’esterno del Monumental, la finale di ritorno di Copa Libertadores tra River Plate e Boca Juniors non ha ancora trovato casa.

Al termine di una riunione tra le due società e i vertici della Conmebol è stato deciso che la gara si giocherà fuori dall’Argentina, sabato 8 o domenica 9 dicembre. Ma non si sa ancora dove

In un primo tempo i vertici del calcio sudamericano avevano indicato la sede nella capitale del Paraguay, Asuncion, allo stadio “Defensores del Chaco”, ma il Boca si è opposto e attraverso un dettagliato documento con ben 26 punti ha chiesto l’assegnazione della vittoria a tavolino, e quindi della competizione dopo il 2-2 dell’andata, facendo leva su un precedente del 2014, quando analoghi incidenti, ma provocati dai tifosi del Boca, portarono alla sconfitta a tavolino degli Xeneizes.

Da qui la decisione della Conmebol di rinviare la decisione sulla città che dovrà ospitare la partita, resa nota attraverso un comunicato:

Se davvero si giocherà ad Asuncion, ci sarà il problema ordine pubblico, perché lo stadio “Defensores” può ospitare solo 42.000 persone, 20.000 in meno rispetto al “Monumental”. Possibile che si giochi a porte chiuse.

River-Boca era originariamente in programma per sabato 24 novembre, prima di essere rinviata di 24 ore e poi a data da destinarsi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy