Il parere

Lippi avverte: “I fenomeni non vincono da soli. Ecco come creavo i gruppi”

Lippi (getty images)

L'ex Commissario Tecnico della Nazionale italiana Marcello Lippi rivela come si può costruire un gruppo solido e sano

Redazione ITASportPress

Avere un fuoriclasse all'interno della squadra può cambiare radicalmente le ambizioni del team. Guai tuttavia a trascurare l'importanza del gruppo e il buon funzionamento collettivo della manovra. Ne è convinto anche Marcello Lippi. L'ex Commissario Tecnico, campione del mondo con l'Italia nel 2006, ha rivelato durante il Festival dello Sport di Trento, organizzato dalla Gazzetta dello Sport, quali erano i suoi metodi lavorativi: "Ho sempre cercato di creare dei gruppi di lavoro che avessero determinati presupposti psicologici. Prima di tutto ho sempre cercato di entrare nella testa dei giocatori. Nessuno doveva fare il fenomeno, perché i fenomeni non vincono le partite da soli".

 Lippi (getty images)
tutte le notizie di