Lippi: “Buffon continuerà a giocare. Italia? Non ho voglia di tornare. Sullo scudetto…”

Le parole del commissario tecnico della Cina a “Deejay Football Club”, programma in onda sulle frequenze di Radio Deejay

di Redazione ITASportPress

Dal possibile ritiro dal calcio a fine stagione di Gianluigi Buffon, che domani spegnerà 40 candeline, all’eventualità di tornare in Italia, passando per la lotta scudetto. Marcello Lippi ha trattato anche questi argomenti a “Deejay Football Club”, programma in onda sulle frequenze di Radio Deejay; ecco tutte le dichiarazioni del commissario tecnico della Cina:

BUFFON – “Ritiro? Deve fare quello che vuole. Nessuno deve cercare di indirizzarlo, tutto il mondo dice che è giusto che decida lui. Parliamo di una persona splendida e deve decidere lui, penso che alla fine sceglierà di continuare per centrare gli ultimi obiettivi della carriera”.

RITORNO – “Con Malagò capita di vederci, anche per andare a mangiare gli spaghetti, ma non ho voglia di tornare in Italia: sto bene in Cina”.

SCUDETTO – “Allegri o Sarri? Giocare bene non è garanzia di vittoria. Alla Juventus giocano sempre gli stessi giocatori da anni e così si creano gli automatismi. Ci sono diverse maniere per arrivare al successo e ognuno percorre la propria. La mia? Alla base delle mie squadre c’è sempre stata la concretezza”.

VERDI – “Ha fatto delle valutazioni che non hanno toccato solamente l’aspetto economico. Io gli credo, non ho motivo per pensarla diversamente. Magari si aspetta qualche fischio dal San Paolo”.

CINESI – “Non ho mai conosciuto i proprietari del Milan. Quelli dell’Inter, invece, sì: Suning è molto ambizioso”.

FIGC – “Bisogna ripartire da gente che ha vissuto il calcio. Ci vuole un progetto tecnico. Servono centri sportivi all’altezza e non quelli che ci sono adesso”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy