Lippi non ha dubbi: “Solo Conte può portare l’Inter a competere con la Juventus. La sua arma segreta è…”

“Juve? Ha reso al 60-70% delle sue possibilità ma è prima”

di Redazione ITASportPress

Ha appena dato le dimissioni da ct della Cina, ma Marcello Lippi non lascia il mondo del pallone. Anzi. Sempre massima attenzione da parte dell’ex ct azzurro campione del mondo nel 2006. Intervistato dal Corriere dello Sport, il tecnico ha parlato a lungo della Serie A e della lotta tra Juventus e Inter per lo scudetto.

SCUDETTO – “Il campionato sarà più incerto rispetto agli ultimi anni e questo per il nostro calcio è un bene, anche se c’è una considerazione che dovrebbero fare tutti e che forse può far capire quale sarà il finale della storia. In Italia la Juventus è l’unica squadra imbattuta, ha già in tasca il passaggio agli ottavi di Champions League ed è prima in classifica in Serie A. Il tutto avendo reso al 60-70% delle sue possibilità. Sta attraversando un processo di metamorfosi, dal gioco di Allegri a quello di Sarri, e finora ha vinto spesso più grazie alle qualità dei singoli che al gioco. Il successo di Bergamo ne è la dimostrazione”, ha detto Lippi.

CONTE E INTER – L’unica squadra che può competere con la Juventus sembra essere l’Inter. Merito soprattutto del nuovo allenatore Antonio Conte che Lippi conosce bene: “Antonio sta facendo rendere tutti al massimo: cura ogni dettaglio, lavora tantissimo e riesce a trasmettere al gruppo i giusti stimoli in ogni incontro. Sicuramente fa la differenza e se c’era un tecnico che poteva accorciare in tempi così rapidi il gap tra la Juventus e l’Inter, quello era lui. Qual è stata la sua mossa vincente? Quella di coinvolgere l’intera rosa, di farsi seguire da tutti, di instaurare un feeling pazzesco nello spogliatoio. I calciatori sono stati bravi sul campo, ma lui non ha sbagliato una mossa e ha creato all’interno del gruppo un’unità d’intenti incredibile. A gennaio probabilmente la rosa dell’Inter sarà migliorata e questo permetterà ai nerazzurri di rimanere agganciati alla Juventus, di lottare per lo scudetto fino in fondo, ma alla lunga…”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy