Lutto nel mondo del calcio: è morto sul campo Don Paolo, il parroco dei calciatori

La tragedia si è consumata poco prima delle 20,30 sul campo di calcio di Campoluci, il paese di cui Don Paolo era parroco

di Redazione ITASportPress

Lutto nel mondo del calcio. All’eta di 46 anni è morto Don Paolo De Grandi, considerato il parroco dei calciatori. Il prete prima di scoprire la vocazione sacerdotale, del calcio aveva fatto un pilastro della sua attività pastorale. Don Paolo Grandi è morto per un arresto cardiaco giocando a calcio come descrive La Nazione: La tragedia si è consumata poco prima delle 20,30 sul campo di calcio di Campoluci, il paese di cui Don Paolo era parroco. Si è accasciato all’improvviso, nel bel mezzo della partitella, cui partecipavano ex famosi: Marco Carrara, l’ex amaranto Stefano Rubechini, Luca Bartolini e Luca Bianconi. Sono stati appunto i suoi giovanissimi allievi a dare l’allarme al 118: correte, il parroco è a terra e non respira. Ma quando è arrivata l’ambulanza ormai non c’era più niente da fare se non pregare, la missione specifica del prete che era appena tornato a casa del padre, come si dice nel gergo del clero. E’ accorso anche il Vescovo Riccardo Fontana sconvolto, avvertito dal questore Enrico Moja.

Don Paolo era amico di calciatori famosi come Damiano Tommasi, il capo del sindacato pallonaro, Enrico Chiesa, famoso bomber della Sampdoria di qualche anno fa. Da cappellano della polizia, si era prodigato, ai tempi di un’altra tragedia, quella che costò la vita nell’area di servizio di Badia al Pino est al tifoso laziale Gabriele Sandri, per l’agente della stradale che l’aveva ucciso, Luigi Spaccarotella. Frequentava con assiduità anche personaggi tra i più noti del calcio aretino, da Roberto Bacci, indimenticato difensore amaranto, a Paolo Beruatto e allo stesso Carrara che dell’Arezzo furono allenatori.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy