ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

IL RACCONTO

Mammana shock: “Stavo per buttarmi sotto a un treno ma uno sconosciuto mi ha salvato”

Emanuel Mammana (getty images)

Il difensore argentino si è raccontato a 360°

Redazione ITASportPress

Racconto shock da parte del difensore Emanuel Mammana che è tornato su uno dei momenti più grigi della sua vita quando, dopo aver perso i genitori, aveva quasi tentato il suidicio e solo la reattività di uno sconosciuto gli aveva impedito di compiere lo sciagurato gesto. Il giocatore, prossimo al ritorno al River Plate, l'ex Zenit aveva già raccontato tale episodio a Olé, ma nelle scorse ore, a Radio La Red, ha ripercorso quegli attimi sottolineando come adesso tutto vada molto meglio.

SHOCK - "Tutti quelli a cui è capitato di perdere i genitori sanno quanto sia dura. Stavo per suicidarmi, stavo per fare un gesto folle", ha raccontato Mammana. "Stavo per andare ad allenarmi, ma dopo due mesi non volevo saperne più niente. Sono andato a prendere il treno e quando ho visto che stava arrivando avevo deciso che dovevo buttarmi". Ma in quel momento, ecco che qualcuno lo ha salvato: "Uno sconosciuto mi ha afferrato per il collo della maglietta e mi ha sbattuto contro il muro. Non so chi sia quella persona, ma la ringrazio dal profondo del mio cuore".

PRESENTE SERENO - Un episodio che non si è oiù ripetuto e che per fortuna, adesso, è solo un brutto ricordo: "Oggi ho la mia famiglia e i miei figli. I miei genitori non avrebbero voluto questo". Una serenità ritrovata grazie al calcio e nello specifico grazie al River Plate: "Il River mi ha aiutato. Ho capito quanto fortemente mi avevano voluto e che non potevo permettermi di buttare via tutto per la mia tristezza. Dovevo realizzare il sogno di mio padre: voleva che arrivassi in prima squadra al River". E adesso, dopo l'addio del 2016, il ritorno quasi definito "a casa" nel club che lo ha salvato...

 Emanuel Mammana (getty images)

Emanuel Mammana (getty images)

tutte le notizie di