Marchisio: “Mi sarebbe piaciuto giocare con Cristiano Ronaldo. Iniesta? Assurdo non abbia vinto il Pallone d’Oro”

Marchisio: “Mi sarebbe piaciuto giocare con Cristiano Ronaldo. Iniesta? Assurdo non abbia vinto il Pallone d’Oro”

“Il più forte che ho visto all’opera è Alessandro Del Piero”

di Redazione ITASportPress

Ha lasciato il calcio giocato, ma Claudio Marchisio non smette di tenersi aggiornato sul mondo del pallone e, ovviamente, stare molto vicino alle tematiche di quella che, fatta eccezione per la parentesi allo Zenit San Pietroburgo, è stata la sua squadra: la Juventus.

Parlando nel corso di una lunga intervista a DAZN, il Principino si è soffermato su alcune tematiche del mondo bianconero, ad iniziare al miglior calciatore con cui abbia mai giocato: “Il più forte che ho visto all’opera è Alessandro (Del Piero ndr). Vedere me e Del Piero insieme mi fa pensare all’amicizia. Credo sia un’immagine che racchiude tutta la mia passione. Alex era il mio idolo da bambino, impressionante che poi mi sia ritrovato a festeggiare i gol con lui”.

CR7 – Da un fuoriclasse ad un altro: “Cristiano Ronaldo? Certo che mi sarebbe piaciuto giocare con lui. Durante quell’estate, quella del suo arrivo, molti mi dicevano che non potevo andare via proprio in quel momento in cui arrivava lui, ma le scelte della propria vita non possono essere legate a giocatori che arrivano”.

STIMA – Un pensiero, poi, su un grandissimo centrocampista che secondo Marchisio avrebbe meritato il Pallone d’Oro: “Iniesta? Inspiegabile non abbia vinto un Pallone d’Oro. Vedere giocare lui era come vedere Federer giocare a tennis: puro piacere di osservarlo. Lui ha tre cervelli: uno nel piede destro, uno nel piede sinistro, uno in testa. Lui sapeva davvero giocare a pallone, è sempre stato in grado di non farla vedere ad avversari fisicamente e atleticamente ben più prestanti di lui”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy