Meret, l’agente: “Ochoa? Alex non teme nessuno. L’infortunio era evitabile…”

Meret, l’agente: “Ochoa? Alex non teme nessuno. L’infortunio era evitabile…”

Federico Pastorello parla dell’infortunio del giovane portiere del Napoli: “Potrebbe già giocare contro la Lazio…”

di Redazione ITASportPress

La carriera di Alex Meret nel grande calcio non è certo iniziata all’insegna della fortuna. Il primo campionato di A, con la maglia della Spal, è stato condizionato da un infortunio che lo ha reso disponibile solo per metà stagione e le cose non sono migliorate dopo il trasferimento al Napoli, che aveva scelto di dargli fiducia come portiere titolare. La frattura all’avambraccio nella prima partitella del ritiro ha costretto l’ex udinese ad un intervento chirurgico i cui postumi lo terranno lontano dai campi fino a metà settembre. Addio inizio di campionato, quindi, con tutte le conseguenze del caso, a partire dalla volontà del Napoli di cautelarsi ingaggiando un altro estremo difensore, oltre a Karnezis. In lizza c’è l’esperto messicano Guillermo Ochoa dello Standard Liegi, uno che poi non sarebbe facile rispedire in panchina quando Meret sarà tornato…

Eppure l’agente del giovane portiere, Federico Pastorello, intervenuto a Radio Crc alla trasmissione “Si gonfia la rete”, non sembra temere la concorrenza…: “Non è stato l’inizio migliore, né quello che avremmo sperato, ma purtroppo sono cose che succedono. Peccato perché era una cosa evitabile, purtroppo l’esuberanza del giovane attaccante ha causato questo infortunio. Il Napoli è libero di scegliere chi vuole e fare tutte le valutazioni del caso, Alex è talmente forte che la cosa non ci preoccupa, è giovane, non ha ancora molta esperienza, ma ha qualità importanti”.

Anche perché il rientro potrebbe essere anticipato…: “L’infortunio alla fine è stato meno grave di quello che avrebbe potuto essere – ha aggiunto Pastorello – Le tempistiche sono state tutte rispettate. Teoricamente Alex potrebbe essere già disponibile alla prima di campionato, ha già ripreso a fare tutta una serie di lavori anche col gesso. In fin dei conti ha perso solo 15 giorni, ha lavorato con continuità. Titolare alla prima con la Lazio? Lui morde il freno per esserci, poi sarà il mister a decidere, se riterrà più opportuno non rischiare non ci saranno problemi. Abbiamo scelto Napoli perché è stato il club che più fortemente lo ha voluto, un progetto di lungo raggio, quindi non sarà una prima partita a cambiare questo tipo di scenario, diamogli il tempo necessario per recuperare bene, poi lo ammireremo all’opera per molte partite”.

Napoli, le maglie per la nuova stagione

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy