“Messi non ha battuto Pelé per numero di gol con una singola squadra”, la polemica del Santos

Il club brasiliano ha pubblicato un comunicato in cui rivendica il record dell’asso brasiliano

di Redazione ITASportPress
Messi

Lionel Messi non ha battuto Pelé per gol fatti con la stessa squadra. Questo, in sintesi, il pensiero del Santos, storico club in cui ha giocato il leggendario campione brasiliano. La società sudamericana ha pubblicato in queste ore un lungo comunicato in cui rivendica il record di marcature di O’Rey rispetto a quello realizzato di recente da La Pulce, arrivata a quota 644 reti con la maglia del Barcellona.

Santos: il comunicato

Santos Messi Pelé
Santos Messi Pelé (screenshot sito ufficiale Santos)

Secondo quanto si legge nel comunicato molto dettagliato del Santos, Pelé avrebbe segnato ben 1091 gol ‘ufficiali’ con la stessa maglia del club. La società, infatti, fa leva su quello che è il significato della parola stessa: “Pelé ha segnato 1.091 gol per il Santos. Secondo quanto riportato dalla stampa specializzata, ha segnato 643 gol nelle partite ufficiali e altri 448 gol nelle amichevoli sono stati negati come se fossero di valore inferiore ad altri. 448 gol, che oggi si cerca di ignorare, sono stati segnati contro squadre rispettabili in Sud America, come America (Messico), Colo Colo (Cile), Internazionale (Brasile) e altre. Gli analisti affermano che l’altra metà di quei 448 gol amichevoli è stata segnata contro squadre piccole o regionali. Nonostante ciò, le partite si sono giocate con il protocollo ufficiale”.

E ancora: “L’Inter, una delle principali squadre in Europa negli anni ’60, ha subito altri otto gol da O’Rey. La lista è immensa e con partecipanti anche di peso: River Plate, Boca Juniors, Racing, Universidad de Chile, Real Madrid, Juventus, Lazio, Napoli, Benfica e Anderlecht. Anche lo stesso Barcellona, ​​dove gioca Messi, è stato vittima di Pelé: quattro gol, segnati in quattro partite. L’argomento di alcuni analisti è che tanti di questi 448 gol segnati in amichevoli sono stati fatti ad avversari fragili, come piccole squadre o squadre regionali. Ma le partite sono state giocate in divisa ufficiale, con le regole ufficiali del gioco e con un referto. Dobbiamo ricordare che i club potevano giocare partite amichevoli solo con l’approvazione delle federazioni regionali e nazionali, una delle regole imposte dalla FIFA, l’organizzatore del calcio mondiale. Prendere in considerazione gli attributi soggettivi, come la debolezza degli avversari, non è l’ideale per la compilazione di dati statistici. I numeri sono assoluti. Un gol contro l’Eibar è statisticamente lo stesso di quello segnato contro il Valencia”.

Il comunicato, infine, si conclude rimarcando come la struttura delle gare, dei campioni e delle amichevoli sia variata dal passato ad oggi e i match che potevano considerarsi ufficiali oggi non lo sarebbero per le statistiche. Insomma, per il Santos, Messi non ha battuto Pelé e probabilmente… non lo batterà mai.

644 birre per i portieri battuti da Messi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy