Milan, dagli USA: pugno duro UEFA, niente Europa League

Milan, dagli USA: pugno duro UEFA, niente Europa League

Secondo il New York Times i rossoneri saranno esclusi dal seconda competizione più importante in Europa

di Redazione ITASportPress

Poco meno di una settimana alla decisione dell’Adjudicatory Chamber, la camera giudicante dell’UEFA che stabilirà le sanzioni per il Milan, ma ormai sembrano esserci pochi dubbi: si va verso l’esclusione dall’Europa League.

USA – Il New York Times, attraverso due fonti anonime, fa sapere che i rossoneri non saranno protagonisti nella seconda competizione più importante in Europa. Marco Fassone, amministratore delegato del Diavolo, sta cercando in questi giorni di convincere in tutti i modi l’organo amministrativo, organizzativo e di controllo del calcio europeo ad essere clemente. Sembra ormai chiaro che il bersaglio sia soprattutto il presidente Yonghong Li.

ELLIOTT – Intanto sul fronte societario non mancano in agenda possibili ribaltamenti a sorpresa. Come riporta il Corriere della Sera, se l’imprenditore cinese non bonifica i 10 milioni di euro dell’aumento di capitale entro lunedì, se ne fa carico il fondo Elliott e a quel punto scattano i termini finali (dovrebbero essere 15 giorni) concessi per rimborsare il fondo statunitense. In pratica, se poi gli asiatici bucheranno anche questa scadenza, la società meneghina passerà proprio nelle mani degli americani con circa quattro mesi di anticipo rispetto ad ottobre (data finale di scadenza per rimborsare il prestito da 300 milioni di euro più interessi).

Depay nel mirino del Milan: gol da top player

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy