ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

NUOVO STADIO

Milan, Scaroni e il nuovo stadio: “Una necessità. Anche i nostalgici cambieranno idea”

Scaroni (getty images)

Il numero uno rossonero sul nuovo stadio di Inter e Milan

Redazione ITASportPress

Il tema nuovo stadio di Milano diventa sempre più acceso e importante col passare del tempo, ecco perché il numero uno del Milan Paolo Scaroni e l'ad dell'Inter Alessandro Antonello hanno colto l'occasione per parlare dell'argomento ai microfoni del Corriere della Sera. In modo particolare il numero uno rossonero ha detto la sua tra quello che sarà il nuovo impianto e la fazione che vorrebbe restare "legata" all'attuale San Siro.

"Per noi l’impianto è così importante che se non avessimo avuto questa possibilità saremo andati a fare lo stadio fuori Milano. Il nuovo stadio è una necessità vitale", ha detto senza esitazione Scaroni. "San Siro è iconico perché ci sono Milan e Inter. L’essere iconico deriva dalla presenza di due grandi squadre e non perché sia bellissimo o unico al mondo. L’iconicità continuerà nel nuovo stadio” continua Scaroni, secondo il quale la ristrutturazione del vecchio impianto è fuori discussione: “non avrebbe garantito né la capienza necessaria e si scendeva sotto i 60 mila posti, né l’aumento dei ricavi grazie alle zone di accoglienza”.

Su chi vorrebbe San Siro ancora "in piedi", Scaroni ha aggiunto: "Capisco che ci sia un certo tasso di romanticismo. Quando poi in un colloquio a due si spiegano bene le ragioni vedo che il romanticismo tende a lasciare spazio a un po’ più di razionalità". Infine: "Vogliamo dare a Milano il più bel stadio d’Europa e forse del mondo. Non capisco perché non dovrebbe essere accettato da tutti. Sono convinto che quando si vedrà il nuovo stadio anche i nostalgici e i romantici avranno modo di cambiare idea".

 (Getty Images)
tutte le notizie di