ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

IL PARERE

Mondiale ogni 2 anni, Lahm dice no: “Le cose devono restare come sono”

Philipp Lahm (getty images)

Dalla vittoria di un Mondiale, quello del 2014 con la Germania, fino all’organizzazione di un Europeo, quello del 2024. Parliamo di Philipp Lahm, storico ex giocatore tedesco diventato dopo l’addio al calcio giocato un abile dirigente...

Redazione ITASportPress

Dalla vittoria di un Mondiale, quello del 2014 con la Germania, fino all'organizzazione di un Europeo, quello del 2024. Parliamo di Philipp Lahm, storico ex giocatore tedesco diventato dopo l'addio al calcio giocato un abile dirigente e ora leader del comitato organizzativo del prossimo torneo per Nazionali che si disputerà tra tre anni.

Come riporta l'Ansa, l'ex calciatore ha detto la sua sulla proposta portata avanti da Arsene Wenger relativamente alla disputa del Mondiale ogni due anni anziché ogni quattro.

CONTRARIO - "Come giocatore mi sono sempre sentito felice e come tifoso trovo positivo che ci sia un torneo importante, Europei o Mondiali, ogni due anni", ha detto Lahm. "Per questo sono assolutamente convinto che le cose debbano rimanere come sono". Parere contrario dunque al cambio di cadenza dell'importante torneo, esattamente contrario era stato il commento del sindacato calciatori professionisti Fifpro nelle scorse ore quando il segretario generale Jonas Baer-Hoffmann aveva parlato di cambiamenti "orientati da interessi commerciali".

tutte le notizie di