Napoli, De Laurentiis: “Lavoriamo per migliorare il San Paolo. Le Universiadi? Un danno”

Napoli, De Laurentiis: “Lavoriamo per migliorare il San Paolo. Le Universiadi? Un danno”

Il presidente azzurro ha fatto il punto della situazione sulla trattativa con il Comune

di Redazione ITASportPress

Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis è intervenuto a Radio Marte a margine di un vertice svoltosi in Comune in vista delle Universiadi della prossima estate.

Il numero uno azzurro ha parlato della situazione del “San Paolo”, facendo il punto sulla trattativa con il Comune per rinnovare la convenzione: “Insieme con il commissario delle Universiadi, alla Regione e al Comune stiamo verificando un cronoprogramma in modo da poter continuare a giocare al San Paolo e fornire per le Universiadi uno stadio all’altezza. Gli accordi con il Comune sono in fieri. Se ci sarà accordo, il problema sarà come far diventare il San Paolo più bello di come è oggi. Le Universiadi rallentano il nostro progetto di due anni fa, in cui metteremo a disposizione 18 milioni per avvicinare le tribune al campo, perché gli stadi sono fatti per giocare a calcio, non per fare atletica. Noi siamo corretti, sono quelli che fanno la politica che non lo sono. Io in politica? Non ci penso nemmeno, per carità. Io sono nato per fare l’imprenditore”.

Poi, passando al campo, De Laurentiis ha commentato la decisione di Ancelotti di tenere in panchina Insigne sabato a Udine in vista della sfida di Champions League contro il Paris Saint-Germain: “Lui soffrirà a non giocare, è uno attaccato alla maglia, vorrebbe farsi in mille per i tifosi. Lorenzo futuro capitano? Il Napoli ne ha tanti, Hamsik è quello istituzionale”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy