Napoli, Jorginho: “Aiuto la famiglia dopo un’infanzia dura. Scudetto? Lo vinciamo se…”

Napoli, Jorginho: “Aiuto la famiglia dopo un’infanzia dura. Scudetto? Lo vinciamo se…”

“Quando arrivai in Italia pagai 20 euro a notte per stare in un convitto, mia madre piangeva: sono stati anni difficili, ma sono maturato molto”

di Redazione ITASportPress

Lunga intervista rilasciata da Jorginho al canale ufficiale della Serie A; ecco un estratto di quanto dichiarato dal centrocampista del Napoli: “Da piccolo quando arrivava l’inverno non c’era l’acqua calda per fare la doccia e non era semplice mangiare per tre giorni di fila. Per questo oggi poter aiutare la mia famiglia è una cosa che mi rende molto felice. Quando arrivai in Italia pagai 20 euro a notte per stare in un convitto, mia madre piangeva: sono stati anni difficili, ma sono maturato molto. Poi ricordo quando i miei genitori mi videro in campo qui in Italia, la gioia era incontenibile. La mia infanzia mi spinge a non accomodarmi e a frequentare posti e persone semplici, in modo tale da non perdere i veri valori della vita: umiltà e determinazione sono i miei punti di partenza. Scudetto? Giocare qui è fantastico, unico, tutti i bambini hanno questo sogno e ce l’abbiamo anche noi, ma per vincere dobbiamo restare uniti anche nelle difficoltà”.

Jorginho, selfie e abbraccio con Maradona

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy