Napoli, l’ex Maksimovic ringrazia Sarri: “Mi ha insegnato tanto”

Le prime parole del difensore serbo dopo il passaggio allo Spartak Mosca

di Redazione ITASportPress

L’avventura italiana di Nikola Maksimovic si è conclusa. Almeno per il momento. Cinque anni e mezzo dopo l’arrivo a Torino e solo un anno e mezzo dopo la fine della telenovela di mercato che lo portò al Napoli, pagato 20 milioni al termine di una lunghissima trattativa.

L’esperienza in azzurro non è stata fortunata, il centrale serbo ha avuto poco spazio agli ordini di Sarri e allora ecco l’occasione chiamata Spartak Mosca. Tecnicamente ed economicamente interessante: “L’offerta dello Spartak mi ha convinto subito, la trattativa ha richiesto molto tempo ma non dipendeva tutto da me. Qui ho ritrovato anche il mio amico Marko Petkovic,ci conosciamo dai tempi delle amichevoli con la nazionale serba under 19 e quando il Napoli ha dato l’ok al trasferimento ci siamo sentiti e mi ha parlato benissimo del club. Spero di lasciare un segno qui come ha fatto il mio connazionale Vidic, i tifosi sono caldi come quelli di Napoli” ha detto Maksimovic a Il Mattino dal ritiro di Malaga della squadra allenata da Massimo Carrera.

Il futuro è ancora da scrivere (“Alla fine del prestito gran parte della decisione spetterà al Napoli”), ma Nikola ci tiene a ringraziare Sarri per gli insegnamenti ricevuti: “Per un calciatore professionista uno schema non deve mai rappresentare un problema, quindi anche se qui giocherò a tre non mi preoccupo. Poi io ho lavorato con Sarri, che è uno dei migliori tecnici italiani al momento, bravissimo nella fase difensiva”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy