Napoli, l’ex P. Cannavaro: “Scudetto, ora o mai più: la squadra è a fine ciclo”

Napoli, l’ex P. Cannavaro: “Scudetto, ora o mai più: la squadra è a fine ciclo”

L’ex difensore azzurro e del Sassuolo lancia un mini-allarme sul futuro del Napoli

di Redazione ITASportPress

Da vice allenatore del Guangzhou Evergrande ha il suo daffare, seguendo il lavoro del fratello Fabio nella preparazione delle partite di campionato e della Champions asiatica. Ma Paolo Cannavaro un pezzo di cuore lo ha lasciato a Napoli e a Sassuolo e allora Il Mattino è andato a intervistarlo poche ore prima dello scontro diretto del Mapei Stadium, che per il doppio ex è motivo per lanciare un allarme.

Il Napoli il sospirato scudetto deve vincerlo quest’anno. Altrimenti…: “Il calcio è fatto di cicli e quello del Napoli mi sembra alla fine. Non vorrei che ci trovassimo nella stessa situazione di quando è andato via Mazzarri ed è arrivato Benitez, ma temo che giocatori come Albiol, Callejon, Hamsik e Mertens non possano dare molto di più per ragioni anagrafiche. Secondo me la prossima estate ci saranno molti cambiamenti, quindi per essere competitivi per il titolo servirà tempo. Comunque penso che il Napoli quest’anno possa vincere tutte le partite e conquistare lo scudetto”.

“La Juventus però è una macchina – continua Cannavaro – Per capirla meglio sono dovuto venire in Cina: il Guanghzou vince il campionato dal 2011, ma ha ancora una fame e una ferocia straordinaria, quelle che hanno i bianconeri”.

E a proposito di Cina, Cannavaro jr. promuove la crescita del movimento: “C’è l’obbligo di schierare tre under 23 e tre stranieri. C’è cultura del lavoro, voglia di crescere. In Italia invece purtroppo non c’è alcuna voglia di rischiare”.

Paolo Cannavaro dà l’addio al calcio

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy