Napoli, un retroscena sul contratto di Ospina…. inguaia Meret

Napoli, un retroscena sul contratto di Ospina…. inguaia Meret

Per il portiere colombiano scatterà l’obbligo di riscatto dopo un certo numero di presenze…

di Redazione ITASportPress

Uno dei nodi più complessi da districare nell’ultimo mercato estivo del Napoli è stato quello relativo ai portieri. Oltre a Pepe Reina, hanno infatti lasciato la maglia azzurra anche Rafael, approdato alla Sampdoria a parametro zero, e Gigi Sepe, ceduto in prestito al Parma.

Il ds Giuntoli ha quindi messo sotto contratto tre nuovi estremi difensori, due acquistati dall’Udinese, Orestis Karnezis e Alex Meret, e poi David Ospina, prelevato in extremis in prestito dall’Arsenal dopo aver constatato che i guai fisici di Meret, operato a inizio luglio per la frattura dell’ulna, avrebbero tenuto fuori l’ex Spal per diversi mesi.

Allo stato attuale Ospina è il titolare indiscusso della squadra di Ancelotti, anche se il tecnico emiliano ha dato spesso spazio a Karnezis, per il momento però solo in campionato. Gerarchie chiare, quindi, almeno in attesa che Meret torni a disposizione. Intanto però emerge un particolare per certi versi clamoroso in merito al prestito di Ospina. Il colombiano non è giunto a Napoli a titolo temporaneo “secco”, bensì con un obbligo di riscatto che, secondo quanto riportato da Radio Marte, scatterà alla trentesima presenza.

Un traguardo che sembra alla portata dell’ex, già arrivato a novembre a undici gettoni considerando tutte le competizioni. A quel punto, con tre portieri di proprietà, di cui uno con comprovata esperienza internazionale, sarà necessario fare delle scelte già nel prossimo mercato estivo…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy