Colombia, James Rodriguez nega rissa nello spogliatoio: “Cercano di fomentare il caos usando il mio nome”

Il trequartista è stato accusato di aver avuto comportamenti violenti con alcuni compagni

di Redazione ITASportPress

Il momento no della Colombia è stato probabilmente estremizzato con tanto di rumors pesanti a proposito di un’eventuale rissa avvenuta negli spogliatoi a seguito del pesante k.o. subito contro l’Ecuador (6-1). La stampa ha diffuso notizie secondo le quali James Rodriguez sarebbe addirittura arrivato alle mani con il connazionale Jefferson Lerma. Indiscrezioni che, dopo aver fatto il giro del mondo, hanno ricevuto una forte smentita dal diretto interessato.

James Rodriguez nega tutto

James Rodriguez
James Rodriguez (getty images)

Non ci sta James Rodriguez che addirittura con un comunicato stampa ufficiale apparso sui suoi profili social spiega la non veridicità delle informazioni che sono uscite nelle ultime ore: “Smentisco ogni tipo di allusione circa una brutta condotta, aggressioni, liti tra giocatori nel quale io venga menzionato come protagonista”, ha detto il trequartista colombiano in riferimento alle ultime uscite della Colombia nel corso delle qualificazioni ai prossimi Mondiali. “Tanto nello spogliatoio come nella vita personale mantengo eccellenti e rispettosi rapporti con ognuno dei miei compagni della Seleccion. Chiedo a tutte le persone di non credere nella disinformazione di queste calunnie. Chi dice certe cose vuole solamente fomentare discordia e caos usando il mio nome, per questo motivo procederò legalmente per tutelarmi”.

Sono queste alcune delle parole utilizzate dal giocatore ora all’Everton per rispondere alle accuse ricevute.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy