Copa America, slogan omofobi dai tifosi del Brasile all’indirizzo di Lampe

Il portiere della Bolivia nel mirino dei sostenitori verdeoro

di Redazione ITASportPress

Se da una parte la Copa America è iniziata nel modo migliore per il Brasile – 3-0 secco alla Bolivia -, dall’altra i sostenitore verdoro hanno macchiato la serata d’esordio con un brutto gesto che potrebbe portare anche a gravi conseguenze.

Infatti, come riporta l’Ansa, nel corso della partita contro la Bolivia, cori omofobi si sono levati dai settori riservati ai tifosi brasiliani allo stadio Morumbi di San Paolo. Gli epiteti sono stato rivolti al portiere boliviano Carlos Lampe e hanno fatto seguito a ciascuna delle reti subite dall’estremo difensore.

Migliaia di tifosi si sono resi protagonisti in negativo di questo gesto, rovinando lo spettacolo della gara d’esordio del Brasile. I cori omofobi, un tempo rari nel calcio brasiliano, sono iniziati nel Mondiale del 2014 e vengono rivolti proprio al portiere quando viene chiamato in causa per un rinvio o altre azioni di gioco. I vertici della FIFA, nel corso degli anni, hanno ripetutamente multato i colpevoli di questi cori e anche in questo caso, verranno presi provvedimenti. In Brasile, l’omofobia è come il razzismo e la pena per gli insulti può arrivare fino alla detenzione da 1 a 3 anni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy