Europeo U21, l’Italia fa 3-1 col Belgio ma chiude da seconda del girone. Per le semifinali…

Europeo U21, l’Italia fa 3-1 col Belgio ma chiude da seconda del girone. Per le semifinali…

Decidono i gol di Barella, Cutrone e Chiesa, però la Spagna travolge la Polonia e vince il raggruppamento

di Redazione ITASportPress

L’Italia fa il suo e nella terza partita dell’Europeo Under 21 batte 3-1 il Belgio al Mapei Stadium di Reggio Emilia con le reti di Barella, Cutrone e Chiesa, ma in virtù del 5-0 rifilato dalla Spagna alla Polonia, al Dall’Ara di Bologna, gli azzurrini chiudono secondi nel girone a 6 punti e devono sperare nei risultati degli altri raggruppamenti che arriveranno nei prossimi giorni. Il rischio maggiore arriva da Francia e Romania, appaiate a 6 punti nel proprio gruppo, che si sfideranno lunedì alle 21 e che con un pareggio accederebbero entrambe alle semifinali (non essendoci altre seconde a quota 7 punti).

LA PARTITA – L’Italia parte forte e al 7′ si divora il vantaggio con Barella: cross al bacio di Pezzella, alla prima presenza nel torneo, e colpo di testa fuori di un soffio da parte del centrocampista. Al 10′ unico brivido per Meret: botta mancina di Lukebakio, si fa trovare pronto Meret. Gli azzurrini si avvicinano al gol anche con Chiesa (destro alto) e poi con la punizione alta di Pellegrini. Il match si sblocca al 44′: Barella va al tiro col destro e trova la risposta del portiere, ma sul secondo tentativo – col mancino – la palla s’insacca all’angolino lontano: 1-0 Italia. Nel secondo tempo segna Cutrone, che non trovava il gol dalla sfida di gennaio giocata col Milan in Coppa Italia contro la Sampdoria: torsione perfetta di testa e raddoppio azzurro (2-0). Mandragora sfiora il tris, ma nel finale dal nulla il 2001 Verschaeren trova il gran gol a giro (molto simile a quello subito dall’Italia settimana scorsa da Ceballos) e peggiora la differenza reti generale della selezione di Di Biagio. Al minuto 87 Mancini colpisce il palo di testa, poco dopo gran gol di Chiesa che infila il portiere con un destro a giro impeccabile. Espulso per doppio giallo Mbenza al 90′. Il 3-1 è magra consolazione, ora non resta che sperare.

COMBINAZIONI – La squadra di Di Biagio ha chiuso il gruppo con 6 punti e una differenza reti di +3 (6 gol fatti, 3 subiti). Per essere la migliore delle 3 seconde devono verificarsi le seguenti ipotesi nelle prossime 3 partite: Danimarca-Serbia; Germania-Austria e Francia-Romania.Danesi e austriaci non devono vincere con 3 gol di scarto perché finirebbero a 6 punti, avrebbero la stessa differenza reti degli azzurri ma un maggior numero di gol realizzati. Francia-Romania non deve finire in pareggio (risultato purtroppo probabile perché entrambe a quota 7 punti sarebbero qualificate…), ma non è tutto: mentre una vittoria della Romania andrebbe bene agli azzurri con qualsiasi risultato, la vittoria della Francia deve avvenire con 3 gol di scarto. Solo in questo caso, infatti, la Romania finirebbe con una differenza reti peggiore degli azzurri.

La Spagna, per la cronaca, ha vinto 5-0 con la Polonia con i gol di Fornals, Oyarzabal, Fabian Ruiz e Dani Ceballos (punizione esemplare). Rojita in semifinale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy