Incredibile in Turchia-Croazia: Vida sostituito all’intervallo perché positivo al Covid-19

Il difensore ha giocato un tempo salvo poi rimanere negli spogliatoi

di Redazione ITASportPress
Vida

Incredibile quanto avvenuto durante Turchia-Croazia. La sfida delle Nazionali è destinata a parlare, più che per i gol e il gioco per quanto avvenuto all’intervallo con un calciatore che è stato sostituito tra un tempo e l’altra perché risultato positivo al coronavirus. Si tratta di Domagoj Vida, esperto difensore, rimasto negli spogliatoi dopo aver giocato ben un tempo.

Turchia-Croazia: caso Vida

Vida
Vida (getty images)

“Dopo che tutti i giocatori e i membri dello staff sono risultati negativi nel test regolare per la partita con la Turchia di lunedì, mercoledì mattina è stato condotto un altro giro di tamponi per la partita con la Svezia. La Federazione ha ricevuto i risultati dei test ufficiali dopo la mezzanotte ora locale ed ha mostrato che il membro della squadra nazionale Domagoj Vida è risultato positivo al Covid-19”, scrive la Croazia in una nota apparsa nella notte.

E ancora: “Il servizio medico della nazionale croata ha ricevuto le prime informazioni al termine dell’intervallo contro la Turchia. Poiché il ct Zlatko Dalic aveva già deciso in quel momento di cambiare Vida, il servizio medico della squadra nazionale ha isolato il calciatore secondo tutte le misure epidemiologiche fino alla conferma dei risultati dei test. Vida, secondo il regolamento, trascorrerà i prossimi giorni in auto isolamento a Istanbul”, sono state queste le parole del comunicato della Croazia che ha fatto riferimento alla sostituzione avvenuta per il calciatore.

Peccato, appunto che il danno, nel caso, era già stato fatto con il difensore centrale sceso in campo per 45 minuti al fianco di compagni e avversari. Il centrale, tra le altre cose di proprietà del Besiktas, rimarrà a Istanbul in isolamento. Ma la ricostruzione e le tempistiche della vicenda faranno ancora molto discutere.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy