Islanda-Turchia, caso Emre. Arriva la risposta: “Tenuti a fare i controlli”. E sull’intervistatore con lo scopino…

Islanda-Turchia, caso Emre. Arriva la risposta: “Tenuti a fare i controlli”. E sull’intervistatore con lo scopino…

Polemica e tensione tra i due Paesi

di Redazione ITASportPress

Ha creato un vero e proprio caso diplomatico quanto accaduto nelle scorse ore in Islanda ai giocatori della Turchia atterrati in aeroporto in vista della sfida di calcio tra le due Nazionali. Un giocatore turco, nello specifico l’ex Inter Emre Belozoglu, è stato interecettato da alcuni cronisti tra i quali è spuntato un uomo che ha provato ad intervistare il calciatore con uno scopino del bagno.

TEMPISTICHE – Il gesto ha creato molte tensioni tra i due Paesi e anche tra gli stessi media islandesi e turchi. In primis la Nazionale ospite si era lamentata per il trattamento all’aeroporto, con i controlli che sarebbero durati 3 ore, successivamente, come detto, anche l’episodio della particolare intervista che è stato interpretato come gesto di discriminazione. Come riporta abcnews, però, arrivano le prime parole da parte di chi quella sera lavorava proprio nell’aeroporto: “Abbiamo fatto il nostro lavoro. Il controllo di liquidi e di strumenti elettronici è stato portato a termine nel modo corretto. Per le operazioni è stato necessario un tempo inferiore agli 80 minuti dall’atterraggio della squadra turca“.

Parole che stonano con i racconti dei media turchi. Ed è proprio tra le varie testate dei Paesi che è sorta la polemica. Alcuni giornalisti islandesi si dissociano dal gesto dello scopino, affermando che l’uomo che lo impugnava non appartiene ai giornalisti locali. Su Twitter, intanto, le polemiche continuano e questa sera spetterà al campo parlare…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy