ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Qualificazioni Mondiali

Italia, Bertolini: “Vincerle tutte per andare al Mondiale”

(Getty Images)

Contro Lituania e Svizzera due partite fondamentali per ottenere il pass iridato. La Ct: “Pensiamo ad un ostacolo alla volta”

Redazione ITASportPress

Primo giorno di lavoro a Coverciano per le Azzurre, in un raduno che potrebbe rivelarsi decisivo sulla strada del Mondiale 2023: da oggi inizia infatti la preparazione alla doppia sfida contro Lituania e Svizzera e, come sottolineato dalla Ct Milena Bertolini nella conferenza stampa di inizio ritiro, “se vogliamo qualificarci per la fase finale della Coppa del Mondo, sappiamo che dobbiamo vincerle tutte”.

Mancano infatti quattro gare alla Nazionale femminile italiana per completare il proprio percorso di qualificazione, con la consapevolezza di dover recuperare tre punti alle Elvetiche dopo il ko nello scontro diretto di fine novembre disputato a Palermo: “In quella finestra – continua la Ct – il Covid ha falcidiato il nostro centrocampo, imponendoci molte assenze pesanti. Sentimenti negativi hanno così preso il sopravvento e possono aver inciso negativamente nei primi 15 minuti di quella partita. Adesso però c’è da pensare ad un ostacolo alla volta: in questo momento siamo concentrate sulla prima gara di Parma contro la Lituania: mi aspetto un avversario agguerrito, che proverà a chiuderci tutti gli spazi”.

Ma il discorso di Milena Bertolini in conferenza stampa è più ampio e varca i confini del prossimo doppio impegno per abbracciare il tema del calcio femminile in Italia: “Partecipare alle fasi finali di manifestazioni come Europei e Mondiali è fondamentale per far crescere il nostro movimento, per farci conoscere dalle italiane e dagli italiani. Pochi giorni fa abbiamo assistito ad uno spettacolo eccezionale a Barcellona, con oltre 91.000 spettatori sugli spalti del Camp Nou per vedere dal vivo il ritorno dei quarti di finale di Champions League contro il Real Madrid. Ma il dato su cui voglio far concentrare l’attenzione è che sulle 22 atlete scese inizialmente in campo, 18 erano spagnole. Ecco, questo è ciò che serve al movimento calcistico femminile italiano: far crescere le nostre ragazze, dando loro fiducia. Non dobbiamo commettere l’errore che abbiamo detto di aver fatto in campo maschile: se i nostri club virano su giocatrici straniere, queste devono essere atlete forti, in grado di trascinare e far crescere il movimento. Noi dobbiamo valorizzare le nostre giovani calciatrici”.

A proposito della massima competizione continentale per club, “le giocatrici della Juventus sono arrivate a Coverciano con un velo di tristezza per l’eliminazione per mano del Lione; ma ho detto loro che devono essere orgogliose del percorso entusiasmante che hanno effettuato nel torneo”.

Tra le convocate, arriverà questa sera in gruppo Annamaria Serturini, che si è negativizzata, mentre sulle scelte effettuate Bertolini ha sottolineato: “Non guardo alla carta d’identità, ma a come le ragazze si stanno esprimendo in campionato”.

Infine una nuova presenza nello staff; qualcuna che il Mondiale in Francia nel 2019 l’ha vissuto da protagonista, da giocatrice, e che adesso vuole aiutare le Azzurre a centrare il pass iridato da un altro ruolo: Chiara Marchitelli è il nuovo dirigente accompagnatore delle Azzurre.

 (Getty Images)
tutte le notizie di