ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Qualificazioni Mondiali

Italia, Mancini: “Contro la Svizzera sarà la partita più importante dell’anno”

(Getty Images)

Nel pomeriggio primo allenamento per gli Azzurri in vista del match in programma venerdì sera allo Stadio Olimpico di Roma. Il Ct: “Credo che Zaniolo e Pellegrini torneranno a casa, sostituiremo entrambi”

Redazione ITASportPress

Chiudere un 2021 reso indimenticabile dal trionfo di Wembley mettendo in cassaforte anche la qualificazione al Mondiale di Qatar 2022. È questo l’obiettivo della Nazionale di Roberto Mancini, che nel pomeriggio a Coverciano inizierà a preparare quella che il Ct ha definito “la partita più importante dell’anno”. Venerdì allo Stadio Olimpico andrà in scena un vero e proprio spareggio per il primo posto del girone che vale l’accesso diretto al Mondiale, senza passare da quei play off che quattro anni fa costarono molto caro all’Italia.

Se per la qualificazione aritmetica bisognerebbe comunque aspettare la gara di lunedì prossimo a Belfast con l’Irlanda del Nord, dato che a parità di punti si guarda prima alla differenza reti che allo scontro diretto, battere la Svizzera consentirebbe di mettere una seria ipoteca sul primato del girone. L’ideale sarebbe rivivere una serata uguale a quella dello scorso 16 giugno, quando a Roma l’Italia superò 3-0 gli elvetici nel secondo incontro del Campionato Europeo grazie ad una doppietta di Locatelli e a un gol di Ciro Immobile.

“È una gara importante – avverte Mancini in conferenza stampa – quindi non si può preparare con tensione. Sappiamo quanto valiamo e quello che siamo. Faremo una grande partita, dobbiamo avere la massima tranquillità. Solitamente con la Svizzera sono sempre gare difficili e lo sarà anche quella di venerdì, giocando come all'andata potremo ottenere un ottimo risultato, ma penso che faremo ancora meglio”.

Oltre a Verratti, Mancini dovrà rinunciare anche a Zaniolo e Pellegrini: “Non stanno bene, quindi credo che torneranno a casa. Barella lo valutiamo, sembra non sia nulla di preoccupante. Li sostituiremo entrambi, stiamo decidendo adesso per vedere le condizioni di chi dobbiamo chiamare. Barella sembra non sia nulla di preoccupante, Chiellini e Bonucci stanno bene: ci alleneremo oggi e domani e valuteremo le condizioni di tutti". Rispetto alla Final Four di Nations League, il Ct avrà a disposizione sia Immobile che Belotti: “Siamo felici di ritrovarli, ci sono mancati a ottobre. Ciro è l'attaccante più prolifico degli ultimi 6-7 anni, se toccherà a lui giocare farà benissimo”.

L’ottimo avvio di stagione ha consentito a Tommaso Pobega di festeggiare la prima convocazione in Nazionale e a Sandro Tonali di tornare a varcare il cancello di Coverciano un anno dopo l’ultima volta: “Pobega merita di essere qui, ha ottime qualità ed è da diverso tempo che fa bene. È un giocatore fisico, tecnico e ha un buon mancino. Può fare sia il palleggiatore che il centrocampista d'attacco, è giovane e intelligente. Tonali può fare sia l'interno che il palleggiatore". Rispetto a cinque mesi fa, gli Azzurri potranno contare su uno Stadio Olimpico al 75% della capienza e gremito per spingere l’Italia al Mondiale (domani saranno messi in vendita gli ultimi 2.000 biglietti rimasti): “E’ stata scelta Roma per la certezza di avere tanto pubblico e per il clima – dichiara Mancini - solitamente il campo è buono, anche ora lo stiamo seguendo tutti i giorni e nonostante la gara di rugby ha tenuto bene”.

L’elenco dei convocati

Portieri: Alessio Cragno (Cagliari), Gianluigi Donnarumma (Paris Saint Germain), Alex Meret (Napoli), Salvatore Sirigu (Genoa);

Difensori: Francesco Acerbi (Lazio), Alessandro Bastoni (Inter), Cristiano Biraghi (Fiorentina), Leonardo Bonucci (Juventus), Davide Calabria (Milan), Giorgio Chiellini (Juventus), Giovanni Di Lorenzo (Napoli), Emerson Palmieri (Lione), Gianluca Mancini (Roma);

Centrocampisti: Nicolò Barella (Inter), Bryan Cristante (Roma), Jorginho (Chelsea), Manuel Locatelli (Juventus), Lorenzo Pellegrini (Roma), Tommaso Pobega (Torino), Sandro Tonali (Milan), Nicolò Zaniolo (Roma);

Attaccanti: Andrea Belotti (Torino), Domenico Berardi (Sassuolo), Federico Bernardeschi (Juventus), Federico Chiesa (Juventus), Ciro Immobile (Lazio), Lorenzo Insigne (Napoli), Giacomo Raspadori (Sassuolo)

 (Getty Images)
tutte le notizie di