Italia, Mancini fa il punto: “Ho sentito Zaniolo ed è carico. C’è un problema terzini. Su Balotelli…”

Italia, Mancini fa il punto: “Ho sentito Zaniolo ed è carico. C’è un problema terzini. Su Balotelli…”

Il ct azzurro verso Euro 2020

di Redazione ITASportPress

L’Italia punta Euro 2020. Dopo la fase di qualificazione perfetta, gli azzurri hanno grande ottimismo anche se restano da sciogliere alcune problematiche. Il ct Roberto Mancini, a La Gazzetta dello Sport, fa il punto sulla rosa e sui singoli calciatori a partire dall’infortunato Zaniolo: “Mi spiace per lui, sarebbe migliorato ancora. Nicolò è unico perché copre più ruoli, è potente e ha caratteristiche diverse dagli altri. Al telefono l’ho sentito bene, carico: è giovane, può farcela per l’Europeo”.

GLI ALTRI – “Tonali sta crescendo, deve misurarsi ad alti livelli. Castrovilli più gioca, più migliora”. “Chi tra Belotti o Immobile? A marzo giocheranno un’amichevole a testa. I venti gol di Immobile non cambiano le gerarchie. L’importante è che continuino a segnare e arrivino bene a giugno. Avremo due centravanti titolari, con caratteristiche diverse. Balotelli? Lo faccio seguire tutte le domeniche. Ma Mario avrebbe dovuto segnare un gol a partita e correre sempre come un matto. Kean? Speriamo che Ancelotti gli dia una mano. Per diventare importante deve fare di più”.

PROBLEMA – Qualche problema, invece, in ottica esterni. Sui terzini Mancini ha affermato: “Emerson adesso non gioca, DeSciglio neanche, Florenzi nella Roma ha avuto momenti difficili, Biraghi è altalenante, Di Lorenzo fa un po’ il centrale e un po’ l’esterno, Spinazzola ha qualità ma è poco utilizzato, Lazzari non è terzino e non è un’ala. Il momento è un po’ così, ma dovrò scegliere tra questi: da qui a giugno spero almeno che giochino”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy