Italia, Mancini: “L’obiettivo era qualificarci e riportare i tifosi ad amare la Nazionale”

La conferenza stampa del c.t. azzurro

di Redazione ITASportPress

Roberto Mancini vuole l’en plein: dieci partite di qualificazione a Euro 2020, dieci vittorie. Si gioca domani sera l’ultima sfida del girone contro l’Armenia al Renzo Barbera di Palermo, poi concentrazione solo ed esclusivamente su giugno, quando si giocherà la fase finale del torneo, per la prima volta itinerante. Ecco le parole del c.t. dell’Italia in conferenza stampa: “Ringrazio Sacchi per i complimenti, io non mi aspettavo dieci vittorie di fila, ma la qualificazione sì. L’obiettivo era riportare i tifosi ad amare la Nazionale e dare la possibilità ai giocatori per un calcio vincente – ha detto l’allenatore -. Volevamo vincere cercando di fare sempre la partita, anche rischiando, e i giocatori hanno assimilato i dettami velocemente”.

In Italia nessuno come la Nazionale: “I ragazzi hanno creduto in qualcosa di diverso, se recuperiamo la palla alta concediamo meno, è una cosa banale ma è la verità. Riusciamo a dominare la partita, siamo migliorati e possiamo crescere ancora, e c’è un buon feeling anche fuori dal campo”.

Sulla formazione: “Siamo in alto mare, devo vedere fra oggi e domani per il recupero da venerdì scorso. C’è un po’ di stanchezza, dei cambi ci saranno di sicuro”.

Su Palermo: “Un piacere giocare qui, questa piazza merita la Serie A per città e pubblico. Abbiamo sempre bisogno dei tifosi, dobbiamo giocare bene per farci sostenere: potrà essere una serata divertente, pure se inizialmente non sarà una partita semplice”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy