Qualificazioni Euro 2023

Italia U21, Nicolato: “Ci aspettano due partite difficili contro Montenegro e Bosnia”

(Getty Images)

Primo giorno di raduno per gli Azzurrini a Tirrenia. Il tecnico in conferenza stampa: “Sono preoccupato perché i giovani stanno giocando poco. Non cambierò modulo, vorrei continuare su questa strada perché siamo cresciuti molto”

Redazione ITASportPress

A quattro mesi dalla bella vittoria di Dublino contro l’Irlanda, la Nazionale Under 21 è pronta a riprendere il cammino europeo con il doppio impegno di venerdì 23 contro il Montenegro (“Gradski Stadion” di Podgorica, ore 18.30) e di martedì 29 contro la Bosnia ed Erzegovina (stadio “Nereo Rocco” di Padova, ore 17.30). Nel primo giorno di raduno presso il centro di preparazione olimpica di Tirrenia il tecnico Paolo Nicolato trova una squadra motivata, con cinque volti nuovi pronti ad emergere, ma anche con qualche preoccupazione in più. “Abbiamo inserito nel gruppo qualche ragazzo – spiega l’allenatore -  ci aspettano due partite difficili e ci aspetteranno ulteriori prove. Affrontiamo squadre che sfruttano la grande intensità, con giocatori che giocano molto nei loro campionati. Abbiamo bisogno di mettere sul piano della discussione l'utilizzo dei giovani. Il calcio italiano rischia di subire questa situazione, c’è la necessità di ragazzi per la Nazionale maggiore. Se continuiamo così, dovremo pescare dalla Serie C o trovare oriundi. In attacco praticamente non gioca più nessuno. L'Europa ci sta insegnando molte cose, ma dobbiamo avere l'umiltà e gli occhi per vedere”. Sono pochi quelli che giocano con una certa regolarità e Nicolato si preoccupa: “Ove sarà possibile per le scelte terrò conto del minutaggio, ma in alcuni reparti come l’attacco le presenze sono scarsissime. Sono preoccupato, spero non si faccia male nessuno”. Chi sta giocando con regolarità è Nicolò Cambiaghi, goleador nelle ultime due partite col Pordenone e tra i cinque volti nuovi della spedizione: “Ha mostrato continuità – sottolinea Nicolato – sta bene fisicamente, è alla pari degli altri anche se gioca in serie B e in una squadra in difficoltà. Le porte della Nazionale sono girevoli, è uno che è entrato e può giocarsi le sue chance. Ha caratteristiche da ala, sono contento di averlo nel gruppo”.Il tecnico torna a parlare delle prossime due gare: “Saranno due partite difficili, squadre simili per sistemi di gioco. Il Montenegro è aggressivo in casa, dovremo fare attenzione, è vero che con la Svezia ha perso, ma è stato un risultato bugiardo”. Non ci saranno stravolgimenti tattici rispetto al 4-3-3 visto negli ultimi impegni: “Vorrei percorrere con determinazione la strada già intrapresa, siamo cresciuti molto. L'idea è quella di non cambiare. Cambiare le carte può essere controproducente”.

Gli Azzurrini, secondi in classifica nel Gruppo F ad una lunghezza dalla capolista Svezia, ma con due gare in più da disputare, hanno sostenuto oggi una doppia seduta di allenamento. Stesso programma per domani, mentre mercoledì, dopo la seduta mattiniera, è prevista la partenza per Podgorica.

La Nazionale Under 21 giocherà per la quinta volta nella sua storia a Trieste, dove è imbattuta avendo conquistato due vittorie e due pareggi, compreso lo 0-0 nell’ultima amichevole con l’Austria disputata il 21 marzo 2019.

 

L'elenco dei convocati

Portieri: Marco Carnesecchi (Cremonese), Alessandro Plizzari (Lecce), Stefano Turati (Reggina);

Difensori: Raoul Bellanova (Cagliari), Antonio Candela (Cesena), Simone Canestrelli (Crotone), Matteo Lovato (Cagliari), Caleb Okoli (Cremonese), Fabiano Parisi (Empoli), Lorenzo Pirola (Monza), Giacomo Quagliata (Heracles Almelo), Mattia Viti (Empoli);

Centrocampisti: Edoardo Bove (Roma), Alessandro Cortinovis (Reggina), Salvatore Esposito (Spal), Nicolò Fagioli (Cremonese), Manolo Portanova (Genoa), Samuele Ricci (Torino), Nicolò Rovella (Genoa), Iyenoma Destiny Udogie (Udinese);

Attaccanti: Nicolò Cambiaghi (Pordenone), Matteo Cancellieri (Hellas Verona), Lorenzo Colombo (Spal), Gianluca Gaetano (Cremonese), Lorenzo Lucca (Pisa), Emanuel Vignato (Bologna), Kelvin K. Yeboah (Genoa).

 (Getty Images)
tutte le notizie di