ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Qualificazioni Euro 2023

Italia U21, Nicolato: “Con la Bosnia gara aperta fino alla fine”

(Getty Images)

Il tecnico, preoccupato per le condizioni del terreno, ancora in dubbio sulla scelta del portiere che scenderà in campo domani a Zenica (diretta Rai2, ore 17.30)

Redazione ITASportPress

Ad un mese dal doppio successo conseguito contro Lussemburgo e Montenegro, la Nazionale Under 21 è pronta a riprendere il cammino europeo con altre due gare di qualificazione a Euro 2023. Si parte con la Bosnia, la nazionale che gli Azzurrini affronteranno domani pomeriggio a Zenica (diretta Rai2, ore 17.30) e che in passato hanno incontrato una sola volta, il 3 settembre 2010 in una gara vinta dall’Italia 1-0 e valida per le qualificazioni al Campionato Europeo.

La scelta del portiere e le condizioni del terreno di gioco sono i due pensieri protagonisti della vigilia di Paolo Nicolato. L'assenza per infortunio del titolare Marco Carnesecchi ha portato il tecnico a chiamare Semuel Pizzignacco del Vicenza, alla sua prima convocazione. A giocarsi il posto ci sono anche Alessandro Russo (Alessandria) e Stefano Turati (Reggina). “Deciderò domani mattina – ha dichiarato il tecnico nella conferenza stampa odierna - voglio prendermi il tempo che serve, confrontarmi con lo staff e con i giocatori, vedere l'allenamento”.

E poi c'è la pioggia, che cade abbondante e promette di non smettere. “Speriamo di trovare un campo all'altezza della situazione. Non vorrei che questo condizionasse l’andamento della partita. Continua a piovere, è prevista ancora pioggia, qualcosa che avremmo preferito non incontrare, ma questo è e dobbiamo adattarci”. Come aveva già fatto nei giorni scorsi, Nicolato richiama gli Azzurrini a scendere in campo concentrati e a non sottovalutare gli avversari: “La Bosnia si è dimostrata molto ostica dal punto di vista difensivo, è una squadra che ha forte senso di identità, subisce molto poco, concede pochissimo, dobbiamo sapere che la partita sarà aperta fino all'ultimo e dobbiamo avere la forza di starci dentro con grande attenzione perché sono anche molti bravi nelle ripartenze. Penso che sarà una partita complessa, ma sappiamo che a questi livelli partite facili non ce ne sono. Rispetto a quello dell'anno scorso, il nostro mi sembra un girone in cui si possono perdere punti contro diverse squadre e lo dimostrano già le prime partite”.

Il nuovo biennio è nato sotto buoni auspici, ma Nicolato invita a riflettere su un dato di fatto, alla luce di quello che ha fatto vedere la Spagna contro la nazionale di Mancini: “La capacità della Spagna di produrre giocatori giovani è altissima. Da noi di ragazzi giovani non ce ne sono, non abbiamo un bacino così ampio da cui attingere. Loro si possono anche permettere di lasciare a casa ragazzi molto bravi e giovani, e noi su questo dobbiamo riflettere”.

 (Getty Images)
tutte le notizie di