Qualificazioni Euro 2023

Italia U21, Nicolato: “Equilibrio e pazienza per battere il Montenegro”

(Getty Images)

Azzurrini domani in campo al “Gradski Stadion” di Podgorica (diretta Rai2 ore 18.30). Il tecnico non cambia modulo: “A questo punto del percorso non è saggio cambiare, cerchiamo di proseguire su quanto abbiamo fatto e su quello che fino ad...

Redazione ITASportPress

Riparte dalla sfida al Montenegro, in programma domani al “Gradski Stadion” di Pogdorica (diretta Rai2 ore 18.30) la corsa dell'Under 21 verso gli Europei 2023, con gli Azzurrini attualmente secondi in classifica nel proprio girone dietro la Svezia, ma con due gare in più da giocare. Un impegno che il tecnico Paolo Nicolato affronta con la solita filosofia, mista ad un pizzico di preoccupazione: “Se immagino la partita di domani – spiega il tecnico nella conferenza stampa della vigilia - la cosa più importante da fare è avere un po' di pazienza, ma non troppa altrimenti finisce la partita. Dobbiamo avere la capacità di giocare qualche palla sporca, di mettere qualche pallone in più in area, perchè noi siamo una squadra che vuole sempre giocare un calcio pulito e fatto di possesso. Ma questa è una partita che va anche forzata nella speranza che ci sia magari e qualche errore, e nel contempo va mantenuto un equilibrio importantissimo sul piano difensivo perchè nel contrattacco loro sono molto bravi”.

Non usa giri di parole l’allenatore azzurro nel raccontare i prossimi novanta minuti: “La chiave della partita – prosegue - sarà attaccare in più modi diversi perchè altrimenti, con le squadre schierate così basse, si corre il rischio di diventare prevedibili e complicare la finalizzazione. Al tempo stesso bisognerà cercare un buon equilibrio difensivo, una lucidità e non farsi prendere dall'ansia di voler subito raggiungere il risultato perché sicuramente sarà una partita complicata”.

Anche stavolta Nicolato si affiderà allo stesso modulo: “Abbiamo due sistemi di gioco differenti – sottolinea - tra fase difensiva ed offensiva. Dopo quattro mesi in cui non ci siamo visti non è saggio cambiare e quindi cerchiamo di proseguire su quanto abbiamo fatto e su quello che fino ad oggi ci ha fatto crescere, cercando di riprendere la strada che avevamo intrapreso prima di lasciarci. Gli avversari li conosciamo molto bene perchè abbiamo avuto tempo per studiarli. E’ una squadra molto compatta, che ha un grande senso del gruppo e della patria come tutte le persone che vivono da queste parti, una squadra che riparte molto bene, con un centravanti di grande valore, che fa un calcio verticale. Hanno sempre voglia di fare bella figura e a maggior ragione penso vogliano farlo contro l'Italia”.

Nicolato è quindi tornato sulle parole di pochi giorni fa con le quali aveva “denunciato” come lo scarso impiego di giovani calciatori italiani nel nostro campionato lo potrebbero portare presto a fare convocazioni di elementi prevalentemente che giocano in serie C. “Ho visto che qualcuno si è risentito delle mie parole che non volevano essere assolutamente offensive verso qualcuno, né volevo fare polemica. Non ho l'abitudine di giudicare il lavoro degli altri, nè di criticare. La mia era solo la volontà di mettere sul piatto della discussione la salvaguardia del mondo che noi amiamo, di cui facciamo parte, lo sport che credo sia amato da tutti. Volevo solo porre l'attenzione su un argomento che secondo me merita delle riflessioni e sollecitare il contributo di tutti affinchè le cose vadano per il meglio. Non è una mia opinione, ma un dato di fatto ed io sento la responsabilità di non girar mi dall'altra parte”.

L'elenco dei convocati

Portieri: Marco Carnesecchi (Cremonese), Alessandro Plizzari (Lecce), Stefano Turati (Reggina);

Difensori: Raoul Bellanova (Cagliari), Antonio Candela (Cesena), Simone Canestrelli (Crotone), Matteo Lovato (Cagliari), Caleb Okoli (Cremonese), Fabiano Parisi (Empoli), Lorenzo Pirola (Monza), Giacomo Quagliata (Heracles Almelo), Mattia Viti (Empoli);

Centrocampisti: Edoardo Bove (Roma), Alessandro Cortinovis (Reggina), Salvatore Esposito (Spal), Nicolò Fagioli (Cremonese), Manolo Portanova (Genoa), Samuele Ricci (Torino), Nicolò Rovella (Genoa), Iyenoma Destiny Udogie (Udinese);

Attaccanti: Nicolò Cambiaghi (Pordenone), Matteo Cancellieri (Hellas Verona), Lorenzo Colombo (Spal), Gianluca Gaetano (Cremonese), Lorenzo Lucca (Pisa), Emanuel Vignato (Bologna), Kelvin K. Yeboah (Genoa).

tutte le notizie di